Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 22 marzo 2015

Sindacati e sindacalisti:il rinnovamento necessario.Di Lidia Undiemi




E' la classe dei lavoratori,in quanto forza collettiva,l'ultimo ostacolo alla definitiva affermazione del capitalismo finanziario.Il che spiega l'accanimento delle politiche neoliberiste sul sistema giuslavoristico italiano.
Troppe concessioni sono state fatte alle grandi imprese che,accordo dopo accordo,cessione dopo cessione,appalto dopo appalto,hanno inesorabilmente sopraffatto i lavoratori.E' inutile rivendicare l'articolo 18 in una situazione in cui ci sono società che sopravvivono per non piu di qualche anno,facendo sì che chi ne detiene il controllo possa assumere altri lavoratori,preferibilmente giovani,sottopagati e poco sindacalizzati.E' il "mercato dei lavoratori low cost":così viene generalmente definito quell'enorme bacino di persone che,pur realizzando una prestazione in favore di una grande azienda,vengono precarizzati con un banale escamotage legale.
La classe media italiana si avvia a fare la fine di quella americana,disintegrata proprio a causa della perdita dei diritti e del potere di contrattazione.
Tutto è cambiato nel 1974,spiega Harold Mayerson,quanti i salari scesero del 2,1%,e nessuno capì che ciò segnava un punto di svolta nella storia economica degli Stati Uniti: "la produttività è aumentata dell'80%,ma la retribuzione mediana è cresciuta appena dell'11% (e oggi) la quota dei salari sul reddito nazionale,per decenni superiore al 50%,è al minimo storico del 43 %,mentre la quota di reddito dei profitti d'impresa non è mai stata così alta".Il calo degli stipendi fu,compensato,con un forte indebitamento da parte delle famiglie.La crisi che si è manifestata nel 2008 è dipesa da tutti quei fattori con cui,adesso, anche noi dobbiamo fare i conti:globalizzazione,delocalizzazione,finanziarizzazione,terziarizzazione dell'economia statunitense e uno sfrenato outsourcing.Così,mentre  venivano bruciati milioni di posti lavoro nell'industria,quelli nel terziario aumentavano,sino ad arrivare nel 2013 a imporre come i principali datori di lavoro del settore privato quei rivenditori al dettaglio specializzati nell'assunzione di lavoratori a basso costo: Walmart,Yum! Brands e Mc Donald's.
La testimonianza che arriva d'oltreoceano conferma  come le politiche neoliberiste distruggano,in nome del profitto,il benessere dei cittadini.
Tornando all'Italia,abbiamo visto come la cedevolezza dei sindacati,rispetto alle manovre societarie oggetto di questo libro,abbia spinto i lavoratori a trovare il coraggio di auto-organizzarsi e affrontare il problema per quello che è la mercificazione del lavoro secondo sofisticate logiche mercantiliste.Tutti i gruppi di lavoratori che si dovessero trovare in futuro nella stessa condizione dovrebbero,forti dell'esperienza di questi "pionieri" ,seguire il medesimo percorso.
Il primo passo consiste nell'identificarsi nel problema comune indipendentemente dal settore di provenienza (telecomunicazioni,commercio,bancario,metalmeccanico) e dalla forma contrattuale con cui si è stati assunti (contratto a tempo determinato ,a tempo indeterminato,collaborazione "a progetto",ecc):è nata una nuova e trasversale categoria di lavoratori,quella dei gruppi di società (che implicita la questione dell'outsourcing), ai quali il progetto di legge proposto tenta di attribuire una certa rilevanza in sede di contrattazione.

da IL RICATTO DEI MERCATI -Lidia Undiemi (Ponte alle Grazie)

Nessun commento:

Posta un commento