Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

mercoledì 8 aprile 2015

Preti :sesso,foto hard e orge gay .Altro che ambienti a luci rosse....



Il bello è che hanno il coraggio di criticare la religione musulmana.Io l'ho dico sempre,ma perché per cercare certe emozioni andate nei locali a luci rosse? Frequentate le parrocchie, troverete donne che vi sorprenderanno. Voci ed episodi si, ma  a volte spero di provarlo di persona e nel 2006 con una catechista -studentessa all'Università di Torino allora 19enne quasi ventenne di nome Stefania (il cognome non me l'ha mai voluto dare) di Scalenghe, un paesotto vicino a Pinerolo e in provincia di Torino.
Tanto per cominciare, sono andato con lei perché mi piaceva,l'ho conosciuta su una community di Libero e siccome non mi dispiace trovare donne in posti belli,la provincia di Torino mi è sempre piaciuta e allora ,io quasi 30enne nel marzo-aprile 2006 puntai su donne o ragazze di quella zona.Mi colpìì un giorno quando mi disse prima di entrare all'Hotel-Motel Europa di Nichelino:"Se passa di qui mio padre (origine siciliana e madre veneta) e ci vede insieme,ci sgozza tutte e due,tu saresti il primo".Ovviamente gli ultra cattolici sulla carta non amano queste storie,poi invece ci danno dentro e questa giovane catechista l'ha fatto.Dopo questa avventurella di due mesi e mezzo,fu lei a interrompere tutto.
La storia qui sotto è una delle tante di un ambiente bigotto che qualcuno ha il coraggio di difendere...

da IL RESTO DEL CARLINO dell'08 aprile 2014-intervista di Caterina Zaninato

Stava attraversando un brutto periodo e aveva trovato nella voce del parroco 50enne di Taranto un amico,un supporto morale.Invece,il rodigino di 32enne,si è trovato vittime di molestie sessuali ,richieste esplicite e inviti addirittura a orge tra sacerdoti omosessuali.Un incubo durato due mesi,iniziato casualmente su Facebook,finito con l'esposto del 32enne alla procura di Rovigo e alla curia di Taranto,che ha rimosso il sacerdote dal suo incarico.

COME HA CONOSCIUTO QUESTO SACERDOTE?

Sono molto religioso.Frequento la chiesa e gli ambienti ecclesiastici e sul mio profilo di Facebook sono amico di numerosi sacercoti con cui parlo di teologia.A dicembre sono stato contattato da un parroco di Taranto,che inizialmente si dimostrava amico.Dalla chat siamo passati alle telefonate e a Skype.Ma qualche giorno dopo sono iniziate le provocazioni".

COSA LE DICEVA?

Prima si mordeva le labbra,dicendo che lo eccitavo e che ero bello.Poi mi ha confidato la sua omosessualità,cosa che per me non rappresenta un problema.Ma le conversazioni successive sono diventate moleste:richieste sessuali esplicite,invio e richieste di fotografie di parti del corpo,racconti imbarazzanti.Così ho deciso di registrare tutto per poi denunciarlo perché penso sia collegato a un giro per adescare ragazzi, anche giovani, per scopi sessuali,in cambio di favori economici.E ricariche.

LE HA MAI FATTO QUESTE RICHIESTE?

Mi aveva invitato a Roma,per avere un rapporto "nella sua chiesa".Poi a Pisa,per un'orgia a cui partecipavano anche altri due sacerdoti.In cambio mi pagava tutto il viaggio e l'Hotel.Mi aveva poi invitato in Puglia da lui,dicendo di volermi trovare un lavoro.Io sono disoccupato,all'inizio ci ho pure pensato,poi mi sono accorto che non era sano di mente.Mi chiedeva se conoscevo giovani seminaristi da presentargli,anche per soldi".

QUANDO L'HA DENUNCIATO?

Dopo due mesi.Non immaginavo potesse esistere questo mondo.Conosco molti preti e molti sono omosessuali e mi rivolgono proposte,ma non pressanti e disoneste.Per superare tutto questo sono in terapia con degli antidepressivi.

HA PERSO FIDUCIA NELLA CHIESA?

No, io credo in Dio e conosco anche sacerdoti onesti.Ringrazio il vescovo di Taranto che si è comportato in modo esemplare fidandosi di me e allontanando il prete dal suo incarico".

Nessun commento:

Posta un commento