Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 29 aprile 2015

Renzi come il fascista Acerbo, ma è di sinistra...



Anglotedesco è uno con delle idee di sinistra ,i partiti di sinistra italiani però non mi convincono.Ha ragione Enrico Letta: se l'Italicum l'avesse fatto il governo Berlusconi ,saremmo andati in piazza.Infatti non ho visto nessun giornale di centrosinistra attaccare duramente Renzi.Inutile fare paragoni con la legge elettorale della Gran Bretagna, la Costituzione italiana non è quella britannica.Gaetano Azzariti spiega bene tutto nell'intervista rilasciata al Fatto Quotidiano.

da IL FATTO QUOTIDIANO del 29 aprile 2015-Gaetano Azzariti risponde alle domande di Luca De Carolis

Mettendo la fiducia,l'esecutivo ha stravolto l'equilibrio tra i poteri.Una grave forzatura su una legge incostituzionale che cambia  la forma di governo".
Gaetano Azzariti,docente di diritto costituzionale presso l'università La sapienza di Roma,boccia forma e sostanza dell'Italicum:legge "renzianissimo" contro cui si è espresso pubblicamente,sottoscrivendo gli appelli dell'Anpi dei Giuristi democratici".

"L'interpretazione delle norme è discussa e discutibile.Gli unici due precedenti,quelli della legge Acerbo del 1923 e della legge "truffa" del 1953,sono pessimi,e di certo non possono legittimare una prassi.Ma il nodo principale è un altro.C'è un problema di legittimazione formale,un problema politico.Il governo ha posto la fiducia sulla legge elettorale che è una materia costituzionale,e che tocca proprio i rapporti tra l'esecutivo e il Parlamento.Ciò basta per dimostrare l'assoluta inopportunità della sua scelta in aula.Il governo doveva rimanere silente in aula.Rispetto a questa legge,autolimitarsi.E,invece l'esecutivo ha violato l'autonomia del Parlamento.Ancora una volta il governo Renzi ha dimostrato di non rispettarlo,confermando la sua arroganza".

"L'Italicum è assolutamente incostituzionale.Innazzitutto,  trasforma in modo surrettizio la forma di governo,in quanto è fatto per eleggere un capo dell'esecutivo,mentre la legge elettorale deve "solo" stabilire i criteri di composizione degli organi parlamentari a votare la maggioranza,secondo la Carta deve essere il Parlamento eletto".

"Questa legge non rispetta la sentenza con cui nel 2014 la Consulta ha bocciato il Porcellum.La Corte è stata limpida nell'affermare che sono ammissibili "distorsioni che favoriscano la governabilità",come premi di maggioranza e soglie di sbbarramento.Ma è stata altrettanto chiara nello scrivere che queste distorsioni non possono comprimere troppo la rappresentatività del Parlamento:l'Italicum non ne tiene conto,perchè è  tutto schiacciato sulla governabilità".

"Anche nel dare il premio di maggioranza alla lista,la Consulta era stata chiarissima,bocciando il premio di maggioranza del Porcellum come "abnorme" e quello previsto dall'Italicum mi sembra altrettanto abnorme.Poi ci sono altre criticità,come il fatto che questa legge vedrà approvata a Senato elettivo ancora vigente.Avremo due Camere con leggi elettorali totalmente differenti: un'irrazionalità normativa".

Nessun commento:

Posta un commento