Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 18 maggio 2015

Sull'economia non esiste nessun effetto Renzi




Per ipocrisia, bigottismo e omertà ,la maggior parte degli italiani merita questa situazione.Detto questo,mi sembra sacrosanto l'articolo del Foglio.80 euro ,contratto a tempo indeterminato per chi ne aveva già uno determinato, 500 euro in piu ad agosto per quei 4 milioni di pensionati che prendono meno di 3.000 euro al mese.Tutto bene. Ma i nuovi posti di lavoro  dove sono? Non ci sono e quei soldi in piu che metti nelle tasche di una porzione di italiani,e grazie ai tanti sacrifici che sono costati la perdita di milioni di posti di lavoro.


da IL FOGLIO del 18 maggio 2015-pezzo di articolo

E' vero.Qualcosa si muove.I dati migliorano.La crescita del nostro paese non è piu sotto lo zero ma è di poco sopra il livello della depressione (+ 0,3 rispetto all'ultimo trimestre,anche se con poca decenza alcuni campioni del renzismo sostengono che l'Italia oggi cresce come la Germania).Gli sgravi previsti per i contratti di lavoro a tempo indeterminato (8.000 euro l'anno non sono pochi) hanno spinto molte aziende a convertire i contratti precedenti a tempo indeterminato e hanno permesso ad alcuni imprenditori di assumere persone senza sgravio non avrebbero mai assunto (ma il Jobs act non c'entra nulla,i dati sull'occupazione che oggi conosciamo riguarda i primi tre mesi dell'anno,e ai campioni del renzismo convinti che i numeri leggermente positivi sull'occupazione siano figli della riforma sul lavoro andrebbe ricordato che la riforma sul lavoro è entrata in vigore solo il primo marzo).Qualcosa si muove,dunque,sarebbe ipocrita non ammettere il leggero passo in avanti della lumaca Italia.
Il governo stima di crescere nei prossimi anni circa del 2%:0,7 quest'anno,1,3 nel 2016.In tutto fa 2%.Di questo 2%: 0,7 quest'anno, 1,3% nel 2016.In tutto fa 2%.Di questo 2%,l'1,2% va attribuito agli effetti che avrà il quantitative easing (e dunque Draghi) sulla nostra economia (stime Bankitalia).Una cifra tra lo 0,4 e lo 0,2% va attribuita sulla nostra crescita l'abbassamento dei prezzi del petrolio (stime Prometeia) ,lo 0,2% va attribuito all'effetto Expo (stime Confcommercio).Un altro 0,2% va attribuito (stime Prometeia) a quello che è il piccolo effetto del piano degli investimenti Juncker.Totale:tra l'1,8 e il 2%.Esattamente quanto stima di crescere il governo nei prossimi due anni.L'effetto Renzi,dunque,almeno dal punto di vista economico,esiste solo  grazie a fattori esterni (la flessibilità in Europa è un tema che Renzi ha contribuito a imporre ma finora abbiamo visto le briciole,e siamo sempre al passo della lumaca) e l'insieme dei provvedimenti economici messi insieme finora dal governo (gli 80 euro ,il taglio dell'Irap ,il bonus scuola,le misure sulle famiglie previste nell'ultima finanziaria) hanno un impatto sulla crescita del paese che,per il momento,si aggira attorno a qualche punto decimale.E se si somma a tutto questo il fatto che l'Italia (nonostante le buone performance nel rapporto deficit/pil) resta comunque uno dei paesi con la crescita piu bassa tra i grandi dell'Europa,resta uno dei paesi con la disoccupazione piu alta tra i grandi dell'Europa e resta uno dei paesi con il debito pubblico piu alto del mondo,si capisce bene perchè le grandi aziende di rating facciano fatica a intravedere dei miglioramenti sostanziali nel nostro futuro (venerdi scorso,lo ricordano per i piu distratti ,l'agenzia Standard e Poor's ha sospeso il giudizio sull'Italia lasciandola al livello BBB-,appena un gradino sopra il livello spazzatura).

Nessun commento:

Posta un commento