Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 30 giugno 2015

COSTAS LAPAVITSAS (Syriza):"Vogliono ricattarci"




Cerchiamo di parlare seriamente:in quanti avrebbero scommesso che Tsipras avrebbe risollevato la Grecia? Basta ad andarsi a rileggere le sue dichiarazioni, voleva sperare che la dittatura europea diventasse piu buona.Il referendum non serve a nulla perchè l'Europa non li accetta, a questo punto c'è solo il default...

da LA REPUBBLICA del 30 giugno 2015

"L'intromissione di Juncker sul referendum è l'ultima prova che la Troika continua a ricattare la Grecia.Atene deve votare "no" e voltare pagina.L'addio all'euro? Qualsiasi cosa,per quanto dolorosa,è meglio di un'altra overdose di austerità imposta da Ue,Bce e Fmi".

"La scelta del referendum è stata una mossa necessaria.E le reazioni scomposte del presidente della Commissione Ue di queste ore lo confermano.Il governo non aveva altre opzioni per preservare il proprio capitale di credibilità politica.E' imbarazzante che dopo cinque anni di austerità e con i risultati di questa politica sotto gli occhi di tutti,l'Europa non trovi di meglio che riproporre,esattamente la stessa ricetta."

"Lo stato di salute delle nostre banche è disperato.Ma mi pare evidente che l'eurogruppo sta provando in questi giorni a creare le condizioni per un cambio di governo ad Atene e che ci siano nel Paese altre forze,parlo dei ricchi oligarchi e dell'elite finanziaria,che ,lavorano in questa direzione".

"L'importante è che vinca il no.Poi si dovrà trovare un nuovo sentiero con Ue,Bce e Fmi.E' probabile che avremo periodi di difficoltà,come pure ci sia la necessità di nazionalizzare le banche.Meglio però di un'altra dose di austerità inflitta dalla Troika.Non voglio parlare dell'uscita dall'euro se no dicono che sono ossessionato su questo tema.Spero che Syriza lavori a soluzioni di discontinuità rispetto a un passato che non è piu proponibile".

"I primi cinque mesi di Tsipras sono stati difficilissimi.Sono stati messi in condizioni di non operare,ricattati dalle istituzioni che hanno creato artificialmente la crisi di liquidità per tenerci sotto scacco.Avremmo potuto giocare meglio le nostre carte,ma sono comunque contento di una cosa: abbiamo dimostrato che siamo un partito diverso rispetto a quelli che hanno governato il Paese negli ultimi 40 anni".

Nessun commento:

Posta un commento