Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 16 giugno 2015

Le palle per la sconfitta del PD alle comunali




Oltre alle 200 trasmissioni televisive politiche,ho letto sui vari quotidiani come i politici del Pd si giustificano per le elezioni comunali dove hanno fatto una brutta figura.Quello che ho pubblicato sotto sono dichiarazioni giuste ma non è il problema principale.Qui la gente non capisce chi sta distruggendo l'economia mondiale, continuano a considerare gli "squali" della finanza un problema secondario.Allora cosa fa? Una volta vota il centrosinistra una volta il centrodestra. Bisogna cambiare il sistema economico mondiale e spero che prima o poi il M5S ,che sui temi della Giustizia sono indiscutibilmente è il migliore, si decida a darsi da fare.Non voglio che siano le destra a prendere l'iniziativa...


MICHELE EMILIANO AL FATTO QUOTIDIANO (Luca De Carolis):

"La differenza l'ha fatta la riforma della scuola:abbiamo perso almeno un milione di voti e anche Mafia Capitale ha pesato".


ROBERTO CROCETTA AL FATTO QUOTIDIANO (Tommaso Rodano):

"Le elezioni si sono giocate sulla riconversione del petrolchimico e sulla raffineria.I cittadini sono spaventati:hanno paura di perdere il lavoro".


GIANNI CUPERLO A LA REPUBBLICA (Giovanna Casadio):

"Non perdi così tanti voti per le polemiche interne.Hanno pesato piuttosto alcune scelte,come sulla scuola o sul mercato del lavoro.Solo i titoli dell'inchiesta romana farebbero smarrire la fede a un santo.Sull'immigrazione il premier ha la mia solidarietà e sostegno quando si fa carico dell'emergenza umanitaria e quando si fa carica dell'emergenza umanitaria e quando alza la voce con Bruxelles spiegando che in discussione sono la civiltà,la coscienza e la dignità dell'Europa"


MASSIMO CACCIARI A LA REPUBBLICA (Alessandra Longo):

"Casson è un senatore della Repubblica,ha fatto una legittima battaglia dentro il PD con le primarie ma non aveva il phisique.Glielo ho detto mille volte:lascia perdere,facciamo i padri nobili.E' il momento di facce nuove,di gente che rappresenti il rinnovamento, estranea a tutte le puntate precedenti.Ma lui niente ha deciso che il rinnovamento era lui,non avrai altro rinnovamento che me..."


PIPPO CIVATI AL RESTO DEL CARLINO (Robalba Carbutti):

"Molti votano Pd perchè c'è Renzi,molti altri non lo votano per lo stesso motivo.Da qui nasce l'incertezza dell'elettorato.Renzi all'inizio piaceva a Vendola e a Landini,poi ha virato al centro e si è sbilanciato a destra con la riforma del lavoro e della scuola,rompendo a sinistra.Tutto questo ha influito.E il premier piu che unire,divide.Casson è sempre stato cassoniano.Non ha voluto nessuno in campagna elettorale,certo ,è una personalità molto forte,piu vicina a me che a Renzi.Alle primarie non lo sostenevano nemmeno i bersaniani.L'hanno votato i miei,Sel e Rifondazione Comunista.Ciò nonostante nessuno mi ha invitato per dare una mano..."


Nessun commento:

Posta un commento