Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

mercoledì 1 luglio 2015

VERONICA DE ROMANIS:"La Germania non vuole far uscire la Grecia dall'euro"




Ricordiamoci che Veronica De Romanis è sposata con Lorenzo Bini Smaghi anche lui ultrà di questa Europa e della moneta unica e, come un bel po  di gente,ha scritto libri dove critica il modello europeo.Certo la Germania ha tutti gli interessi di tenere dentro la Grecia nell'euro, sa che se dovesse uscire lei,dopo potrebbero seguirli altri paesi e poco alla volta perdere la leadership.

da IL CORRIERE DELLA SERA del 30 giugno 2015-Veronica De Romanis risponde alle domande di Stefania Tamburello

"Non c'è mai stato un ostacolo Germania nei negoziati tra i Paesi dell'eurozona e la Grecia.A lasciare il tavolo è stato il premier ellenico Alexis Tsipras,lo strappo lo ha fatto lui ed è lui ad avere ora in mano l'iniziativa".

"Le istituzioni e gli altri Paesi europei si sono mossi nel rispetto delle regole e delle procedure,mentre i greci hanno fatto di tutto per tirare alle lunghe.Hanno fatto proposte e poi si sono tirati indietro,rimangiandosi anche le riforme avviate dal governo precedente".

"Angela Merkel ha sempre messo in risalto il valore politico del progetto dell'euro che non può essere indebolito dall'uscita di un Paese.Si è spesa personalmente con chi in Germania non la pensa così,anche all'interno del suo stesso partito contestando la cosidetto teoria della catena.Quella che descrive l'unione monetaria come una catena formata da tanti anelli destinata a rafforzarsi se viene tolto l'anello piu debole,cioè,in questo caso,la Grecia".

"E' stato il gioco delle parti.Non è non è mai stato nell'interesse della Germania far uscire la Grecia dall'euro.Nei negoziati direi che l'interlocutore piu severo è stato il FMI.In ogni caso è chiaro che ci sono delle regole e che nel decidere bisogna dosare solidarietà e responsabilità;la Germania non si è mai tirata indietro nella ricerca del compromesso.Al pari degli altri Paesi,da quelli cosidetti virtuosi,attenti alle regole, a quelli che sono usciti da programmi di aiuti con sacrifici e sono in vista delle elezioni politiche,come Spagna e Portogallo,a quelli piu poveri come l'Estonia e la Lituania che per entrare nell'euro ha dovuto prima pagare la sua quota,60 milioni,di prestiti alla Grecia".

Nessun commento:

Posta un commento