Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

mercoledì 26 agosto 2015

GIACOMO VACIAGO:"Col contagio è in pericolo la nostra crescita"



Questo è il mondo comandato dalla finanza, dalle società di rating,dalle Borse e dalle potenti famiglie di illuminati che ripeto:Astor, Bundy,Collins,Dupont ,Freeman, Kennedy,Li,Merovingi,Onassis,Roccìkfeller,Rotschild,Russel,Van Duyn.
Dipendiamo da loro...

da L'UNITA' del 25 agosto 2015-Giacomo Vaciago  risponde alle domande di Felicia Masocco

"Abbiamo passato nove mesi a discutere della Grecia che vale il 2% del Pil dell'eurozona trascurando quanto accadeva in Cina che per le sue dimensioni è in grado di farci molto male.I mercati stanno reggendo a un'assenza di governo,eppure l'eurogruppo non si è riunito e i 19 di Bruxelles sono rimasti in vacanza".

"Rischi per la crescita,per la ripresa.Di conseguenza per le riforme messe in cantiere.Abbiamo avuto un buon inizio d'anno con una crescita in linea con le previsioni del governo.Ora però c'è la crisi cinese,ma non solo quella,ci sono shock negativi a diverse latitudini:una volta c'è il terrorismo in Nordafrica,poi c'è la crisi in Ucraina,l'altro giorno le due Coree sono tornate a sparare.Queste notizie fanno male alle aspettative degli imprenditori che se vogliono avviare un'attività,rinviamo.Si rischia una frenata globale che non può ripercuotersi sull'Italia.Già ora ci si chiede se la crescita dell'1,4% per il 2016 sia un obiettivo realistico.A mio avviso sarà meno,se non si agisce subito".

"Negli ultimi venti anni abbiamo creato moneta piu globale,finanza piu globale,l'economia è meno globale ma paga le conseguenze degli shock che moneta e finanza creano nel mondo.Se c'è liquidità in eccesso in un Paese ,si sposta in un altro paese,si investe per poi spostarsi altrove quando conviene.In Cina l'economia è cresciuta bene, ma c'è stato un eccesso di liquidità:ora la bolla si sgonfia.Finora,al crollo di una Borsa è sempre seguito l'intervento di una banca centrale con iniezione di nuova liquidità.In pratica si è fronteggiata una crisi di astinenza con nuova droga.Cosi si ricomincia da capo.E' ora che intervengano i governi,non le banche centrali".

Nessun commento:

Posta un commento