Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

martedì 25 agosto 2015

ROBERT ENGLE (economista N.Y Times):"Previsti altri crolli"



Prima Paul Krugman:

"L'ideologia dell'austerità,che ha portato a una debolezza della spesa pubblica senza precedenti,ha aggravato ancor piu il problema.E per finire,la bassa inflazione in tutto il mondo,che significa bassi tassi di interesse anche quando le economie sono in piena espansione,ha ridotto al minimo i margini per tagliare i tassi quando le economie subiscono un crollo rapido e improvviso.A prescindere da qual'è il mix preciso delle varie cause di questo fenomeno,ciò che piu conta adesso è che i policy-maker prendano sul serio la possibilità,che la nuova normalità sia questa:risparmi in eccedenza e debolezza globale persistente.Ho la sensazione che vi sia una ben radicata mancanza di volontà;perfino tra i funzionari piu autorevoli ,ad accettare questa realtà.E credo che vi  sia anche una sorta di pregiudizio irrazionale contro il concetto stesso di sovrabbondanza globale.


da LA REPUBBLICA del 25 agosto 2015

"E una corsa contro il tempo.Stiamo spiegando ai cinesi il funzionamento,l'utilizzo e i pericoli dei moderni strumenti d'investimento,dalle opzioni ai derivati,che entrano adesso sul mercato-C'è molta ingenuità:si avverte la penalizzazione che deriva dalla mancanza di investitori professionali, di fondi d'investimento,semplicemente di esperienza.Così si spiega l'ondata di entusiasmo che ha portato la borsa a salire vertiginosamente,e di converso l'ondata di  panico,ma ci sono anche motivi piu profondi".

"Si,la frenata della Borsa aggrava lo squilibrio.Non c'è rispondenza fra il mercato e i fondamentali.Non mi sento di dire cifre ma sicuramente si starà molto al di sotto del 7% di crescita programmato.Lo dicono indicatori come l'andamento negativo dell'export,delle immatricolazioni di auto,dei consumi di energia,della produzione industriale.Sono sicuro che i ribassi non sono finiti, e che si scenderà sui livelli dell'anno scorso (l'incremento era stato del 140% e ora ha perso il 35) se non piu basso".

"Le liberalizzazioni,la cui attesa tra l'altro ha contribuito alla corsa alla Borsa,sono rimaste a metà.La carenza di domanda esterna amplia le scorte di invenduto.Infrastrutture costate miliardi sono inutilizzate.Il costo del lavoro rende l'economia meno competitiva.I consumi interni non decollano.Le basta? Il risultato è la  volatilità,cui si aggiunge la guerra delle valute innescata anche gli "altri" emergenti".

"Wall Street ha recuperato in serata e le Borse europee sono state penalizzate dall'apertura di New York.Non escludo un rimbalzo.Certo ,l'Europa ha i suoi problemi.In America i fondamentali dell'economia invece sono sani,la produzione e l'occupazione marciano su livelli accettabili,l'energia a basso costo ha determinato una nuova rivoluzione industriale.Non credo che basterà lo scrollone cinese,pur violento,per abbattere tutto questo".

Nessun commento:

Posta un commento