Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 7 settembre 2015

EMMANUEL MACRON:"L'Eurozona va rifondata"



A mio avviso non va rifondata solo l'eurozona ma il mondo intero,finchè non si toglie il potere ai grandi colossi bancari il potere di schiavizzare gli stati,non si va da nessuna parte e poi ogni paese deve combattere sprechi e corruzione.Ci sono meno soldi è vero ,a sufficienti per calare la disoccupazione...


da IL SOLE 24 ORE del 4 settembre 2015-Emmanuel Macron risponde alle domande di Marco Moussanet

"In un contesto generale difficile,con l'economia mondiale che ha perso alcuni dei suoi motori trainanti, a partire dai Bric,la Francia è l'archetipo di un sistema,di un modello europeo che si deve trasformare per essere competitivo.La Francia ha due caratteristiche proprie:un'economia piu inerziale,con un settore pubblico piu grande che d'un lato consente  di reggere meglio ai colpi della crisi ma che dall'altro riparte piu lentamente,ha inoltre avviato troppo tardi il processo di riforme che avrebbe dovuto iniziare tra il 2003 e il 2006".

"La considerazione di fondo è che c'è un eccesso di regolamentazione di rigidità,un pò ovunque,funzionale alla preservazione dell'esistente piu in particolare,il prossimo appuntamento è con il mercato del lavoro.Serve piu flessibilità,bisogna privilegiare prossimità e sussidiarietà dando piu spazio agli accordi a livello di settore di singola impresa.Su orari e retribuzioni.Ampliando quello che oggi è già possibile fare nelle situazioni di difficoltà.Non si tratta di deregolare,di derogare,per il piacere di farlo,ma di permettere alle aziende e ai settori di cogliere le nuove opportunità che si presentano.Anche se questo all'inizio avrà dei costi,è schumpeteriano".

"Dobbiamo lavorare a una nuova roadmapp che ridia un senso,una visione al progetto europeo.Dopo l'era dei fondatori e quella dei gestori tocca ai rifondatori, questo è il nostro compito.L'importante è rifiutare la status quo. Quanto alla zona euro,serve un consistente budget proprio,di cui l'ESM è il nocciolo dure e alimentato a termine da una risorsa fiscale, con un commissario ad hoc che abbia l'autonomia per gestire,decidere la redistribuzione e ovviare agli squilibri interni.Con un Parlamento specifico,spin off di quello europeo".

Nessun commento:

Posta un commento