Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

domenica 20 settembre 2015

YANIS VAROUFAKIS:"Le decisioni vengono prese da organismi dittatoriali"




Sicuramente Yanis Varoufakis ha ragione,ma ricordiamoci bene che tutti hanno voluto questa Europa, tutti hanno firmato certi trattati che hanno portato questa situazione.A parte che una crisi globale ,ridursi a dar colpa all'Europa è una buffonata.

da LA REPUBBLICA del 19 settembre 2915-Yanis Varoufakis risponde alle domande di Christian Salmon

"Gli europei devono riuscire a comprendere la radice delle forze centrifughe che ormai da tempo stanno lacerando la Ue,toccando l'apice  in questa orrenda estate del 2015 in cui prima la democrazia greca è stata stritolata (con la minaccia di un'espulsione dell'Eurozona come punizione per aver rifiutato un nuovo prestito a condizioni che ridurrebbe il Paese ancora piu in miseria),e poi l'Europa non ha saputo mostrarsi all'altezza della crisi dei profughi.La radice sta nelle fondamenta stesse dellUnione,che è stata gestita da una tecnocrazia incompetente che disprezza i principi della democrazia,e infine ha elaborato una sua versione di moneta unica che rispecchia la "logica" del sistema aureo vigente fra le due guerre.Una "costituzione" simile non poteva reggere.Quando ha cominciato a frammentarsi,dopo il 1929 della nostra generazione (implosione del 2008),gli Stati membri hanno cominciato a ripiegarsi su se stessi.Il dramma greco di luglio,che ha messo a nudo la perdita di integrità dell'Europa,e l'attuale crisi dei rifugiati ,che dimostra che l'Europa ha perso la sua anima,sono il risultato di questa frammentazione,è così che interpreto la sua approppriata espressione,male di sovranità".

"In questo falso scontro fra rinazionalizzatori e paladini dell'euro,le due parti si nutrono a vicenda! concorrono insieme,ovviamente senza volerlo,al processo che genera centralizzazione autoritaria e al tempo stesso frammentazione.Le due crisi di questa estate ,la crisi greca e quella dei rifugiati,lo dimostrano  gli Stati membri che cercano di scaricarsi a vicenda l'onere della  crisi,ponendo incessantemente una domanda avvelnata:"che ci guadagno? .E intanto Bruxelles e Francoforte cercano di accaparrarsi,riuscendoci,altro potere arbitrario a spese degli Stati-nazione.La frammentazione centralizzata è il risultato peggiore possibile della pessima architettura dell'Europa,ma anche della reazione nazionalistica che vuole rinazionalizzare i sogni,le aspirazioni,le politiche migratorie,la politica di bilancio e così via".

Nessun commento:

Posta un commento