Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

giovedì 8 ottobre 2015

CARLO COTTARELLI:"Ottimista ma aspettiamo i risultati..."




Carlo Cottarelli lo trovo molto competente, ho letto il suo libro e le sue ricette sono giuste, con certi tagli ci sarebbero piu soldi per tutto.
Il governo Renzi non ha meriti, come fa notare Cottarelli sono state determinanti la Bce e il petrolio.Non ditelo però ai ceti medio-bassi,li non c'è nessuna crescita.

da LA STAMPA del 7 ottobre 2015

Il FMI prevede per il 2016 un aumento del Pil dell'1,3%.E' meno della Spagna,meno di quanto pensa il governo,ma solo perchè i tecnici del Fondo hanno calcolato un deficit un pò piu basso del Tesoro.Possono pesare due fattori:un aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti e un acuirsi della crisi nei Paesi emergenti.Il Fondo avere sottostimato il calo dei prezzi delle materie prime, che pure per noi si sta rivelando un vantaggio".

"Gli effetti delle misure di politica monetaria si vedono nel tempo,in questo il ritardo nell'aumento dell'inflazione è dovuto al fatto che il calo del petrolio è stato piu forte del previsto".La politica fiscale continua ad essere guidata dalle regole europee.E poi non è vero che la manovra è finanziata in deficit:fino a prova contraria i numeri dicono che scenderà dal 2,6 di quest'anno al 2,2.Inoltre aumenta il surplus primario (la differenza netta fra entrate e uscite dello Stato al netto degli interessi sul debito pubblico,ndr)

"La mia precedente esperienza mi insegna così:aspettiamo i risultati.E' innegabile il contributo dei fattori esterni come l'andamento del prezzo del petrolio e il piano della BCE.Ma occorre anche dire che son tutte le condizioni esterne sono state favorevoli all'Italia,e che il tasso di crescita dell'economia mondiale quest'anno sarà piu basso del 2014.Non c'è dubbio inoltre che abbiano influito in positivo le riforme,in particolare quella del mercato del lavoro.E poi...Il governo aveva promesso un deficit del 2,6% e il 2,6 sta realizzando,senza essere costretto a manovre o manovrine a metà anno.Una volta i governi finanziavano le spese per le missioni all'estero fino all'estate nella speranza che bastassero.Quest'anno le cose andate diversamente,e lo dobbiamo alla prudenza di Padoan.Le sembrerà poco, ma non lo è".

Nessun commento:

Posta un commento