Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

venerdì 16 ottobre 2015

FEDERICA GUIDI:"L'Italia ha fatto un grande lavoro in Europa"




La solita preso in giro, taglia di qua e aumenta di là.Con il debito pubblico che ha l'Italia ,è impossibile tenere la tassazione bassa,le tasse sono fondamentali per tirare avanti...ce lo chiede la dittatura europea.Intanto per chi vive nelle case popolari (Anglotedesco) non c'è stato nessun taglio e il canone in bolletta è una vergogna.

da L'UNITA' del 16 ottobre 2015-Il Ministro per lo Sviluppo Economica Federica Guidi risponde alle domande di Bianca Di Giovanni

"Una sforbiciata alle tasse come questa fa comnque bene all'economia,e questo è un punto incontrovertibile.Eliminare la Tasi e l'Imu è si un aiuto ai cittadini,ma anche al settore dell'edilizia,molto colpito dalla crisi.La misura è senza dubbio un'iniezione di fiducia,che aiuterà i consumi sostenendo il commercio.Inoltre l'intervento di quest'anno l'ha iscritto nel percorso pluriennale piu volte annunciato dal governo.Dagli 80 euro all'Irap e la decontribuzione (che continua anche l'anno prossimo) e l'Ires,che è sospesa in attesa dei chiarimenti Ue,ma già decisa,e non è poco.Già da oggi si da un orizzonte.Chiaro a chi fa impresa in Italia.Vorrei poi sottolineare una voce che molti dimenticano,cioè l'Imu sui cosidetti imbulonati.Una tassa particolarmente invisa:gli imprenditori erano costretti a pagare per i macchinari imbullonati a terra come se avessero avuto un'altra casa.Io stesso avevo preso un impegno in questo senso,e oggi lo abbiamo mantenuto".

"Ci sono fondi aggiuntivi per il Made in Italy a sosteno di un diario straordinario che abbiamo avviato l'anno scorso è già finanziato per 250 milioni nel trentennio.Si tratta di un programma di aiuti per chi vuole migliorare la presenza sui mercati internazionali.Si tratta di un settore  molto importante,che sta trainando la ripresa italiana e non solo per il cambio euuro-dollaro,sicuramente piu competitivo.Nell'export verso gli Stati Uniti l'Italia sta ottenendo risultati migliore di quelli della Germania,il nostro storico competitor commerciale.Questo fatto dimostra che la ripresa non dipende solo dalla valuta".

"Le condizioni esterne sono favorevoli per tutti,non solo per l'Italia.E aggiungo che alcune condizioni positive,come il basso prezzo del petrolio e delle materie prime,possono avere anche il rovescio della medaglia.Tutto il settore oil e gas (che non è solo Eni in Italia,ma una lunga filiera di aziende con il loro indotto) sta vivendo una sorte di recessione,con la riduzione di investimenti e di margini di profitto.Dunque,non è tutto oro quel che luccica.Essere tornati a crescere dell'1% è frutto del lavorio fatto:negli ultimi mesi si sono affrontati i nodi strutturali che ci impedivano di agguantare la crescita anche quando il resto d'Europa cresceva.Ci siamo tolti parecchi sassi dalle tasche,che appesantivano il sistema".

"Io penso che l'Italia abbia fatto un grande lavoro in Europa,perchè molte clausole di flessibilità oggi esistono proprio perchè molte clausole di flessibilità oggi esistono proprio perchè le abbiamo chieste con forza.Abbiamo fatto da traino e possiamo rivendicarlo.Io credo che dobbiamo continuare a spingere perchè le politiche diventino sempre piu espansive e orientate alla crescita,ma poi le regole si rispettano.Dal canto nostro,noi abbiamo dimostrato di saper fare delle riforme ,che definirei epocali,in breve tempo.E oggi,se abbiamo la crescita, è grazie a questa determinazione.Questo processo ci consentirà di continuare ad abbassare le tasse per sostenere la crescita".

Nessun commento:

Posta un commento