Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 14 ottobre 2015

Il contante è una passione tutta italiana...



Be si sa che l'Italia quando si deve modernizzare è sempre una delle ultime ruote del carro.Io prendo sempre come modello quello svedese,pochissimo contante in circolazione.Lo uso ancora volentieri lo ammetto,ma se domani lo abolissero ,non c'è nessun problema,in Svezia funziona alla grande e la storia del complotto delle banche è una sciocchezza dei soliti  primitivi.Sapete a me cosa mi interessa se la banca sa che vado a comprare un biglietto dell'autobus o una lattina di Coca Cola?

da L'AVVENIRE del 15 ottobre 2015

Il contante è una passione tutta italiana.Tramite banconote avviene nel nostro l'82% delle transazioni (contro una media europea del 60%),pari al 67% del loro valore.Secondo i dati di Mef e Agenzia delle Entrate il costo di tale predilizione si aggira sui 4 miliardi per le banche,che ne devono peraltro garantire la gestione e la sicurezza,e di 8 miliardi per il sistema Paese.Il limite dell'utilizzo del contante è da anni al centro della battaglia politica,tra chi vede nella circolazione del cash una spinta all'evasione fiscale,e punta quindi ad arginarlo il piu possibile,e chi invece.come il  Nuovo Centro Destra,Scelta Civica e Lega,dipende sopratutto gli interessi del mondo del commercio e delle professioni,proponendo,in ogni provvedimento utile,emendamenti volti ad innalzare l'attuale soglia del 1.000 euro.Lo stesso limite di 1.000 euro è applicato ,tra i Paesi Ue,dal Portogallo e,dallo scorso primo settembre,anche dalla Francia,che prima lo aveva a 3.000 euro.In Spagna il tetto è di 2.500 euro e in Belgio di 3.000.Germania,Austria e Slovenia non applicano nessuna soglia.

1 commento:

  1. Grazie, pensavo di essere solo. Finalmente c'è qualcuno che può dire STOP al CASH come proposto sul mio post del 28-09 (poi superato dai fatti di questi giorni). Speriamo ce ne sia qualcun altro...

    RispondiElimina