Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

domenica 25 ottobre 2015

Le prostitute anziane della Corea del Sud



Il mondo va così grazie alle politiche neoliberiste.La Corea del Sud cresce ,ma come in ogni angolo del mondo c'è sempre piu differenza tra ceto medio-alto e quello medio basso ma a questo la dittatura finanziaria interessa poco.
La sovranità monetaria conta poco o nulla, è il modello economico mondiale che sta facendo dei danni e l'operaio,invece di piangere e fare la vittima,è ora che si dia da fare ,con la tecnologia che c'è in giro si può guadagnare anche con un telefonino e una paypal.
Per ,come dico sempre, per l'indifferenza che c'è, ci meritiamo questo mondo.

ODIO GLI INDIFFERENTI-Antonio Gramsci

KIM HYUNG-SIN .THE JAPAN TIMES (Traduzione da l'Internazionale)

In una piazzetta vicino a un cinema di Seul,una decina di anziani oziano mentre diverse signore piene di rughe passeggiano in mezzo a loro a caccia di clienti."Ehi,vuoi venire con me? Ti tratterò molto bene",dice una donna claudicante di 76 anni al giornalista che le si avvicina in un pomeriggio assolato.Nonostante il giro di vite della polizia,che in primavera ha arrestato 33 persone,tra cui una donna di 84 anni,nel quartiere di Jongno è ancora possibile vedere le "signore Bacchus",chiamate così per la famosa bibita energetica che vendono.Queste donne e i loro clienti offrono uno sguardo sul lato oscuro della rapida crescita economica della Corea del Sud e sull'erosione dei rapporti tradizionali tra genitori e figli.Mentre una classe media sempre piu competitiva guarda avanti verso nuovi obiettivi,molte persone anziane e povere vengono lasciate indietro e devono cavarsela da sole.Nonostante la crescita impressionante seguita alla guerra di Corea (1950-1953),molte sudcoreane da giovani non hanno avuto lo stesso livello d'istruzione o le stesse opportunità di lavoro degli uomini.Vedove,divorziate o abbandonate dai figli,alcune si ritrovano senza una rete di protezione sociale e sono costrette a prostituirsi con anziani in cerca di sesso o compagnia.
Tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014 nel solo quartiere di Jogno c'erano fra le 300 e 400 signore Bacchus,secondo quanto riferisce Lee Hosun,che insegna all'università Joongsil di Seul e ne ha intervistate a decine.Dopo la retata della polizia ne sono rimaste circa 200,tra i 60 e i 70 anni, e una ventina staziona davanti al cinema Piccadilly.Ma il fenomeno riguarda tutto il paese.La prostituzione è illegale in Corea del Sud,e i quartieri a luci rosse sono scomparsi con la riqualificazione urbana.
"So che non dovrei farlo",dice l'anziana, "ma nessuno può costringermi a morire qui".Ha cominciato vendendo bibite Bacchus una ventina di anni fa.Dopo un paio d'anni ha deciso di prostituirsi.Lei e il marito vivono con il figlio e la sua famiglia,e dipendono in parte dai sussidi statali.

Per secoli è toccato ai primogeniti occuparsi dei genitori,ma negli ultimi decenni i legami familiari si sono indeboliti.La Corea del Sud ha un tasso di invecchiamento tra i piu elevati del mondo e i sistemi di assistenza per gli anziani sono arretrati rispetto agli altri paesi sviluppati.Quasi al 50% dei sudcoreani ha piu di 65 anni e sopravvive con la metà del reddito medio nazionale,e negli ultimi 25 anni il tasso di suicidi tra gli anziani è quasi quadruplicato.
"Ho speso tutto quello che avevo per i miei due figli e ora non ci parliamo piu", racconta una signora di 71 anni che si prostituisce.
Dice che la maggior parte delle donne guadagna tra i 200.000 e i 300.000 won (tra i 150 e 230 euro) al mese,ma le più anziane a volte chiedono solo 10.000 won (meno di 8 euro) per un incontro.
La maggior parte dei clienti cerca solo compagnia.Molti di loro hanno vissuto sacrificando le loro vite al lavoro e una volta in pensione non sanno come riempire le giornate.
Un uomo di 78 anni divorziato va ogni giorno davanti al Piccadilly.A volte si apparta in una stradina con una signora Bacchus per chiaccherare e toccarle le mani o il seno."Vivo solo da molto tempo,e queste cose mi fanno sentire piu vivo",racconta l'uomo,che non ha quasi piu contatti con i due figli.
Paga 30.000 won (23 euro) per le piu anziane e 50.000 (38) per le piu giovani.
In genere,dopo le retate,la polizia lascia andare le donne con una ramanzina o una piccola multa.
"E' un problema che la società deve affrontare", conclude Lee.

Nessun commento:

Posta un commento