Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 13 novembre 2015

ANGEL GURRIA (Ocse):"La crescita dei partiti antieuropeisti sono pessime notizie"



Crescono perchè l'Europa unita è stato un fallimento,manca solidarietà sia economica che politica e l'immigrazione lo dimostra e dunque c'è voglia di tornare all'antica e i partiti antieuropei aumentano e si rischia una vera e propria guerra.

da LA REPUBBLICA del 10 novembre 2015-Angel Gurria risponde alle domande di Eugenio Occorsio

"Le riforme istituzionali avranno conseguenze dirette e forti sull'economia,Modificano radicalmente l'immagine dell'Italia di fronte agli investitori esteri e credo,anche di quelli italiani".

"Noi,e io personalmente,abbiamo lavorato con Berlusconi,con Monti, con Letta,sono dieci anni che collaboriamo.Tutte le volte ci siamo ripetuti:bisogna per prima cosa ridare credibilità all'Italia, renderla un partner solido,affidabile,efficiente.Mi ricordo le riunioni interminabili con il nostro capo economista Padoan,che ora è vostro ministro.E i vostri governanti.Ma non se ne viene a capo.Ora invece ce l'avete fatta.La riforma del Senato e la legge elettorale creano le condizioni per impiantarvi sopra una ripresa solida,quale era impossibile con un sistema politico incartato e ferraginoso dove far passare una legge era un'impresa immane".

"Per il Jobs act ci è voluto un anno,per le prossime ho fondati motivi per sperare che basterà molto meno.E il governo mi sembra adeguatamente motivato per disboscare l'intrico dei decreti attuativi.La politica per l'economia è tutto.Se è "frenante" non c'è effetto-mercato o boom delle piccole industrie che tenga.Se è essa stessa un lettore di rinnovamento e di energia,la fiducia si diffonde e si allarga"

"Se la crescita dell'America è del 2-2,3% è quella globale del 2,9,anzichè del 4 quale sarebbe il potenziale dell'Occidente,è dovuto alla crisi di questi Paesi.L'Europa non è esente,anche se ha d'altro canto i vantaggi dalla ritrovata stabilità dell'area euro,dove non c'è piu nessun Paese a rischio-uscita.Per l'Europa però ci sono altre preoccupazioni:l'ondata dei populismi per prima,che ha un effetto pesante sull'economia.Il referendum della Gran Bretagna del 2017 e la crescita dei partiti antieuropeisti sono pessime notizie.E poi c'è il problema dei migranti".

Nessun commento:

Posta un commento