Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 2 novembre 2015

Lavorare col tablet? 10 miliardi recuperati



E c'è da sorprendersi? Questo è un paese allergico al  cambiamento e all'innovazione e Francesca Tarissi lo spiega alla perfezione.Nelle PMI basta averci lavorato per un po e capisci l'ignoranza,non c'è da sorprendersi del deficit culturale nei confronti del digitale.

da REPUBBLICA AFFARI E FINANZA del 19 ottobre 2015-Francesca Tarissi

Dieci miliardi di euro;è la cifra che,secondo la ricerca annuale condotta dall'Osservatorio Mobile Enterprise della School of Management del Politecnico di Milano,le grandi e medie aziende italiane hanno recuperato in produttività nel 2015,grazie a tablet,smartphone e allo mobile Biz-app,ossia alle applicazioni software che consentono di utilizzare al meglio i dispositivi mobili durante l'attività lavorativa.
Lo studio condotto su un campione di 351 aziende con un numero di dipendenti compreso tra 10 e 250,fa il punto della situazione sulla penetrazione del cosidetto "mobile enterprise" nell'ambito lavorativo delle imprese nostrane.
Secondo le stime evidenziate dal rapporto,per quanto riguardava le grandi e medie attività,come pure per la pubblica Amministrazione,si va verso un costante aumento dell'impiego di soluzione mobili:nel 2014 la spesa totale delle imprese è stata pari a 2,2 miliardi di euro,ossia il 18% in piu rispetto al 2013 e,entro la fine del 2015,gli investimenti toccheranno quota 2,5 miliardi,con un'ulteriore crescita del 15%.
Per il 2016 solo poco piu di una PMI su quattro assegna un grado dipriorità alto agli investimenti agli investimenti in progetti ICT per la mobilità nelle proprie organizzazioni.Circa una PMI su quattro non ha ancora introdotto in azienda alcun dispositivo e mentre il 25% ha già introdotto app professionali specifiche,il 60%  dichiara di non aver alcun interesse nè esigenza di introdurne alcuna.
"La limitata diffusione di soluzioni mobili nelle PMI è dovuta a budget per l'Ict in contrazione da anni",conclude Marta Valsecchi,direttore dell'Osservatorio Mobile Enterprise:"In due PMI su tre manca una direzione It che governi i progetti di innovazione.Si conferma,quindi,l'incredibile deficit culturale delle nostre PMI nei confronti del digitale".

Nessun commento:

Posta un commento