Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 11 dicembre 2015

BANCA ETRURIA,crocevia tra massoneria e finanza cattolica



Voglio essere ottimista con le persone che sono state rovinate dalla Banca Etruria,non hanno nessuna speranza di essere risarciti,quando ci sono di mezzo massoni e cattolici,non c’è nulla da fare.Nonostante mi auguro che vengano puniti chi ha rovinato queste persone,ancora una volta viene evidenziato l’estrema ignoranza da una buona parte d' italiani ,e questi lo sanno.Ricordo sempre che in Italia ci sono il 48% di analfabeti funzionali.Interessante l ‘articoli,io ne pubblico un pezzo.

Da LA REPUBBLICA 11 dicembre 2015-Alberto Startera

Dal 2007,quando fu costituito il pool di banche capeggiato dall’Etruria ,esiste solo il rendering della nave di carta e la società è fallita con un buco di 200 milioni.L’inventore del bidone si chiama Mario La Via ,che si definisce “finanziere internazionale” ,e che esibiva come suoi soci l’ex segretario generale dell’ONU Pérez de Cuellar ,il sultano del Brunei e Robert Miller ,azionista di Louis Vuitton e CNN.L’inaugurazione del cantiere fu benedetta dal cardinale Tarcisio Bertone.Nel consiglio figuravano Mauro Masi,ex direttore generale della Rai, Giorgio Assumma ,ex presidente della SIAE,e il tribaturista Tommaso Di Tanno.Per non farsi mancare niente,tra gli sponsor c’era anche Giancarlo Elia Valori,l’unico massone espulso a suo tempo dalla P2 di Licio Gelli.D’altro canto, la Banca Etruria è da lustri teatro dello scontro e anche dagli incontri d’interessi tra finanza massonica e finanza cattolica.Quasi tutte storie che vengono dalla notte dei tempi.

“La Banca Etruria non si tocca”, andava proclamando il sindaco di Arezzo Giuseppe Fanfani, nipote del leader storico della DC Amintore e figlio del leader locale Ameglio,alla vigilia di lasciare l’incarico per trasferirsi nella poltrona di membro laici del CSM.
Lo stesso modello ad Arezzo ,come nelle Marche,a Chieti e Ferrara ,con banchieri improvvisati ,politici ,locali,imprenditori,azionisti,grandi famiglie feudatarie ,truffatori,a spese dei piccoli correntisti spinti ad acquistare prodotti a rischio per loro incomprensibili.

Nessun commento:

Posta un commento