Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 23 dicembre 2015

La Boldrini crede all'Europa che pensa ai poveri...



I discorsi che fa Laura Boldrini sono di quei tipici comunisti che sono passati dalla lotta per gli operai alla dittatura bancaria.
Inutile che prendiamo in giro la gente anche perchè i fatti lo dimostrano, l'Unione monetaria è stata creata per far diventare gli Stati schiavi dei grandi colossi bancari, di portare il modello neoliberista in Europa.Nulla a che vedere con i poveri e certi discorsi si fanno solo per cercare di tenere la gente (stragrande maggioranza ignorante) calma.

da LA REPUBBLICA del 22 dicembre 2015-Laura Boldrini risponde alle domande di Alessandra Longo

"Vede io non voglio rimanere a guardare.Non posso assistere alla disaffezione alla delusione crescenti dei cittadini nei confronti dell'Europa,un'Europa che sentono fonte delle loro sofferenze e dei loro sacrifici, cos' come ritengo doveroso fare tutto il possibile per arginare l'avanzata delle forze che vogliono disegregare il progetto europeo".

"Io so che non possiamo rimanere bloccati, che non si deve essere mai piu un'altra Grecia.Bisogna ricominciare dagli orfanotrofi di Atene,temperare il rigore  con la crescita,aiutare i piu deboli a  rialzarsi.Ne va della tenuta  democratica dei nostri Paesi.Credo che l'adozione di una misura concreta,come lo sarebbe il reddito di dignità europeo per i piu indigenti,possa cambiare la percezione dell'Europa che verrebbe  considerata finalmente un'istituzione attenta ai bisogni delle persone.Si sta ridefinendo il profilo dell'Unione economica,si discute di un ministro Europeo,del Tesoro.Al pilastro di una politica monetaria unificata farebbe da contrappeso il "pilastro sociale.L'altra gamba dell'Eurozona,senza la quale non è pensabile procedere verso ulteriori condivisioni di sovranità tra gli Stati".

"Ognuno cerca di portare a casa quel che  serve al suo Paese.Ma all'Europa chi ci pensa? Noi abbiamo un disperato bisogno di leader europei .Possiamo contare nel mondo solo se stiamo dentro una famiglia forte.Per questo credo molto all'azione dei Parlamenti europei che sono la massima espressione di democrazia.Per questo credo vada cambiato  il profilo attuale dell'Europa,cos' autoreferenziale,così lontano dai bisogni e dalle aspettative della gente.Dobbiamo far capire ai cittadini che l'Europa ci conviene,è il continente dove nessuno viene abbandonato,dobbiamo dare senso alto alla cittadinanza europea.L'Italia fa parte dello zoccolo duro dei Paesi europeisti e per questo ha ulteriore responsabilità di ricalcare l'integrazione politica stando dentro i meccanismi e indirizzandoli".

Nessun commento:

Posta un commento