Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 26 gennaio 2016

JP Fitoussi:” Il tema delle banche è più complicato di quello dei migranti”



Penso ancora a quello che ho letto sabato scorso sul Corriere della Sera ,con un Mario Draghi che parlava di contributo fondamentale dell’immigrazione per l’economia della UE,mentre tutti i giorni annegano dei bambini.Questa è la dittatura neoliberista che vede il presidente della BCE nel ruolo di Adolf Hitler
Per il resto Fituossi ripete quelle stesse cose che si sentono dire da quando è scoppiata la crisi cioè che in Europa manca l'unione politica.

Da Il Resto del Carlino del 25 gennaio 2016

“Manca l’unione politica ,l’unica che può costringere alla solidarietà. Negli Stati sono i parlamenti che costringono a essere solidali,votano le tasse.SR non c'è un’unione politica,la solidarietà da sola non tiene.Anzi, si può andare nella direzione opposta”.

“ Il legame fra la tenuta del trattato di Schengen e la salvezza dell’euro non è diretto, aritmetico ,ma passa tramite la volontà politica di fare o no l’Europa.Se non siamo capaci di avere frontiere comuni,allora non siamo un’unione .E se vale per la geopolitica vale anche per l’euro.Se non siamo capaci di avere una politica comune ,allora non si può continuare con l’euro.Non esiste una moneta senza principe,senza governo”.

“La crisi dei migranti è peggiore di quella greca perché non ci sono stati sforzi come per la crisi della Grecia ,non abbiamo avuto 15 summit per dare l’ultima chance come una Atene.Questa crisi è trattata come se il tema dei migranti non fosse il principale dei problemi.Ma se l’Europa non è capace di trovare una soluzione comune a un problema cosi importante, come possiamo, credere che possa trovare soluzioni comuni a problemi più complicati? Sono il tema delle banche,del debito. ..L’autorità fiscale comune ,la messa in comune di una parte del bilancio...i migranti mettono alla prova l’Europa perché sono l’attualizzazione delle idee europee enunciate fino a oggi: i diritti umani ,la democrazia,la solidarietà.Si tratta di applicare la teoria alla pratica,altrimenti è finita”.

*Quando i giovani conoscono la disoccupazione di massa ,l'Europa non ha più avvenire .Abbiamo gestito la crisi senza occuparci del futuro.Si è cercato solo di riparare gli errori del passato ,ma per i giovani conta il futuro,e che futuro diamo a loro?

“Insegniamo che un Paese debole può essere cacciato via.Ma ogni Paese europeo ha territori più deboli degli altri.Qualcuno allora penserà che si può cacciare il Sud Italia o qualche parte del Nord della Francia.Abbiamo le mani legate dai trattati firmati negli ultimi 30 anni,i governi non hanno più veramente nelle loro mani gli strumenti della politica.Ha sbagliato chi pensava all'Europa da sognatore, basandosi solo dell’idea teorica ma senza accorgersi che l’Europa è una costruzione complicata e va fatta bene”.

Nessun commento:

Posta un commento