Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 8 aprile 2016

Carlo Cottarelli,il macigno



Carlo Cottarelli critica il governo Renzi e le sue mance che giudica “spesa senza controllo”:il bonus bebè del 2015; i 500 euro promessi ai diciottenni, “ una misura che è imbarazzante spiegare all’estero “; i 500 euro regalati agli insegnanti, “ soldi buttati via, perché nessuno sa come vengano impiegati”.È anche cosi,aggiunge, che nel 2016, i risparmi netti sono stati molto contenuti”.
Cottarelli ricorda invece che tra il 2009 e il 2014,e cioè nei cinque anni prima che Matteo Renzi entrasse a Palazzo Chigi,l’Italia era riuscita a far crescere la sua spesa pubblica, in tutto, dell’1,8%.Un risultato unico: “nello stesso periodo,elenca l’ ex commissario della spending review ,la spesa pubblica è cresciuta del 5,7% in Gran Bretagna e negli USA,del 12,7% in Svizzera; del 12% in Francia e Germania ; del 19% in Belgio e addirittura del 17% in Svezia”.
Dato che in quegli anni l’inflazione è stata del 2% ,la spesa pubblica italiana in termini reali si era ridotta.Soltanto la spesa per pensioni era cresciuta del 10%.Avevano fatto invece ottimi compiti a casa le Regioni (un taglio di spesa del 19,5% al netto della sanità), comuni ( il 4% in meno),l’amministrazione centrale dello stato (il 3).”non voglio criticare Mario Monti”, ma forse tra 2011 e il 2012 si è fatto anche troppo”.

Da Panorama-Maurizio Tortorella

Nessun commento:

Posta un commento