Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 21 aprile 2016

ELSA FORNERO:"Reddito di cittadinanza per aiutare i giovani"




Furba Elsa Fornero una che sa come si fa a servire i poteri forti.Propone il reddito di cittadinanza per evitare di prendere delle legnate da qualcuno.Sa benissimo anche lei che i soldi per il reddito di cittadinanza non ci sono,ci sono solo per salvare le banche.

da LA STAMPA del 21 aprile 2016-Roberto Giovannini

"Penso che misure generalizzate per consentire pensionamenti anticipati sarebbero molto costose e pericolose per il debito.Se proprio servono interventi in questo senso,si agisca in modo limitato,avendo bene in mente i possibili destinatari".

"Le persone che sono nelle situazioni piu difficili:come i lavoratori precoci, che hanno fatto una vita di lavoro disagiata,se non "usurante,in senso stretto.Oppure si può riaprire "opzione donna" che costa cara,ma può aiutare donne relativamente giovani che devono barare a un famigliare bisognoso di cura.Ma non sarebbe meglio spendere per realizzare strutture di assistenza,invece di spendere sempre per la pensione".

"Io sono sempre stata largamente favorevole alla flessibilità con pensioni contributive,perchè c'è anche una piena responsabilità:puoi andare prima in pensione,ma te lo paghi.Per le pensioni sostanzialmente retribuitive è diverso:anche se si perde un 2-3% l'anno,comunque la differenza la paga il contribuente,domando:il Paese vuole davvero aumentare ancora la spesa pensionistica,quando ci sarebbero tantissime cose che si potrebbero fare con i soldi pubblici? Si potrebbe cominciare dal rivitalizzare un mercato del lavoro che non mi sembra così florido".

"Un reddito di cittadinanza proiettato sulle generazioni che oggi sono giovani,possiamo anche costruircelo con un pò di cautela,facendo in modo che funzioni bene e che sia equo.Chi oggi ha 30 anni che cosa volete che se ne faccia di una garanzia di una pensione futura,che è per forza una garanzia scritta sulla sabbia? Ai giovani serve una vita di lavoro migliore e piu sicura".

Nessun commento:

Posta un commento