Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

giovedì 14 aprile 2016

PIETRO ICHINO.La crisi del sindacato? Colpa dell'euro...




da IL CORRIERE IMPRESA dell'11 aprile  2016-Pietro Ichino risponde alle domande di Andrea Rinaldi

"Dal punto di vista della quantità delle adesioni,in Italia in sindacalismo confederale e quello cosidetto autonomo sono assai meno in crisi di quanto lo sono i movimenti sindacali di molti altri paesi occidentali,anche se li avvertono pure in Italia alcuni segni di marginale perdita di rappresentitività.C'è invece una crisi evidente sul piano,per così dire,funzionale:il sindacato pesa complessivamente molto meno di prima,sia nel sistema delle relazioni industriali,sia sopratutto su quello politico generale".

"Nel settore pubblico il ridimensionamento del ruolo del sindacato,gravemente sovradimensionato nei decenni passati,va di pari passo con l'impegno dei vertici politici per il recupero di efficienza delle amministrazioni e con la riappropriazione da parte della dirigenza delle proprie prerogative manageriali.Nel settore privato, quello che sta perdendo peso per ragioni sistemiche è il contratto collettivo nazionale;e questo porta immediatamente con se una perdita di peso di sindacati che si sono strutturati prioritariamente in funzione della contrattazione centralizzata".

"La crisi è cominciata,a occhio e croce, con l'entrata dell'Italia nel sistema dell'euro.Certo, essa era già facilmente avvertibile nel primo decennio del nuovo secolo:è dal 2005 il mio libro A CHE COSA SERVE IL SINDACATO,nel quale mi sembra di  avere individuato con precisione il ritardo del nostro sistema delle relazioni industriali rispetto a linee di tendenza nitidamente avvertibili su scala europea.Un ritardo poi manifestatosi in modo clamoroso con lo strappo della vicenda flat del 2010-2011".

"I giovani hanno bisogno sopratutto di servizi di orientamento e di assistenza in un mercato del lavoro sempre piu complesso e difficile; ma su questo terremo il sindacato italiano, tutto:anche quello confederale, è quasi completamente  assente,occupandosi di fatto soltanto dei lavoratori che un lavoro stabile lo hanno già trovato".

Nessun commento:

Posta un commento