Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 26 maggio 2016

GUSTAVO ZAGREBELSKY:"L'Europa è una scelta,non un guinzaglio"




L'Europa invece con il Trattato di Lisbona tiene al guinzaglio gli stati membri con misure di austerità, taglio alla spesa pubblica, distruzione dello stato sociale e togliendo diritti ai lavoratori.ZAGREBELSKY è un altro che sta zitto sui crimini della dittatura europea.


da LA REPUBBLICA del 26 maggio 2016- Ezio Mauro

"Pensi al modo abituale di tirare avanti esponendosi ai creditori.Il debitore finisce per sapere totalmente nelle loro mani.Nel diritto antico potevi finire schiavo.Oggi puoi essere spogliato.Si canta vittoria quando la finanza internazionale rifinanza il debito pubblico e non si vede il nodo del cappio che stringe.Eppure c'è l'esempio della Grecia che parla chiaro lo stato sociale è allo stremo e si sono chiesti in garanzia,spiagge,isole e porti,se non anche il Partenone".

"La prima strada porta alla rottura dei vincoli sociali,diciamo pure alla distinzione della società,condannando,piu deboli all'impotente e irrilevanza.La seconda passa per un grande discorso democratico ,franco, sincero,che non nasconda le difficoltà e chiami tutti a uno sforzo di responsabilità,mobilitando le energie civili del Paese e recuperando sovranità".

"Non penso che l'Europa sia un nemico.E' una scelta, non un guinzaglio.L'articolo 11 della Costituzione prevede la possibilità che l'Italia limiti la sua sovranità a favore di organismi internazionali,ma a condizione che ciò serva alla pace e alla giustizia tra le nazioni.Che cosa vuol dire? Che non è un'abdicazione incondizionata alla finanza,entità immateriale con conseguenze molto concrete, ma una partecipazione consapevole e paritaria a istituzioni democratiche sovranazionali.L'Europa dovrebbe significare piu,non meno democrazia".

"C'è un pensiero unico in campo, tra l'altro responsabile della crisi.Perfino un riformista come Keynes è considerato un eretico.La politica,dicevo, si è ridotta a una dimensione duramente esecutiva,con interventi tampone,incapace di un pensiero autonomo e prospettivo.L'implosione è sempre in agguato".

Nessun commento:

Posta un commento