Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 31 maggio 2016

L'accordo segreto sul commercio (TTIP) sembra una riunione del Bilderberg...



Siete ancora convinti come ci vogliono far credere i grillini che se ripulisci il parlamento a Roma risolvi tutti i problemi? Perchè quello che leggete sotto è a dir poco scandaloso, fare tutto questo sperando che la gente non sappia nulla, questo è terrorismo.
Sono dichiarazioni di guerra, ma la gente quando lo capisce? Bisogna aspettare che gli aerei tedeschi ci bombardano o vedere marciare gente in camicia nera?

da IL RESTO DEL CARLINO del 31 maggio 2016

Appuntamento in via Veneto 33, per l'ultimo segreto di Stato.Il TTIP il trattato transatlantico di libero scambio che Bruxelles e Washington negoziano dal 2013 rigorosamente lontano dagli occhi dei loro concittadini,e sopratutto lontano dal controllo delle opinioni pubbliche, il senatore Stefano Ludici,capogruppo M5S a palazzo Madama,come ogni parlamentare ha ricevuto in lettera del ministro dello Sviluppo economico,Carlo Calenda, con la quale si informa dell'apertura delle consultazioni dei documenti sul TTIP ,con l'avvertenza che i documenti sono soggetti a segreto di Stato.Lucidi ,che come tutti i grillini,è un oppositore di lungo corso del TTIP ,vuole finalmente leggerlo quel trattato sinora  uscito solo a spizzichi e bocconi,sopratutto grazie a Greenpeace.Così si è prenotato e lunedi si è presentato al ministero tra i primi quattro,alle 9.45.

All'ingresso,dice, vengo identificato dai Carabinieri di guardia,che controllano i documnti e la mia prenotazione,quindi mi accompagnano all'ascensore e poi davanti alla porta della stanza sulla quale è appeso un cartello con due bandiere,una americana e una europea.Sono poche decine di passi,ma non vengo lasciato solo un attimo.Evidentemente  non si fidano.Li davanti trovo il responsabile sicurezza del ministero, che si presenta e mi invita a lasciare le mie cose in uno dei quattro armadietti.Mi ricorda che è assolutamente vietato portare telefonini,computer o altre apparecchiature elettroniche.Sono consentiti carta e penna, ma è tassativamente vietato trascrivere brani del materiale che intendo consultare.Posso solo prendere appunti.
Ogni passo è seguito dal solente funzionario presente nella stanza assieme ai quattro parlamentari."Quando alla fine gli ho chiesto se voleva controllare i miei appunti, lui mi ha detto che non serviva."Tanto ho visto che non ho copiato.Discretamente,non mi aveva staccato gli occhi di dosso".
"Quando esco,conclude Lucidi,sono infastidito.Il privilegio di leggere quel testo io non lo  vorrei avere.Quel testo deve essere liberamente consultabile da tutti.Solo conoscendolo durante la discussione,la gente può decidere se il TTIP è davvero nell'interesse comune.Mantenerlo così segreto è il modo migliore per far crescere il sospetto nell'opinione pubblica che l'accordo sia a beneficio di pochi".

Nessun commento:

Posta un commento