Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

venerdì 20 maggio 2016

PAOLO BECCHI:"I giustizialisti e la finanza uccidono la democrazia"




Articolo perfetto scritto dal professor Paolo Becchi, la stragrande maggioranza degli analfabeti funzionali che abbiamo in Italia dovrebbero leggerlo e imparare.
In effetti i cosidetti giustizialisti l'alta finanza non l'attaccano mai, per loro non è un pericolo, il problema è la casta.E il Movimento 5 Stelle? Di economia e finanza non capiscono nulla e lo dimostra l'incontro con la Commissione Trilaterale.Per loro l'importante è pulire il Parlamento italiano...

da LIBERO del 20 maggio 2016

Il processo di dissoluzione della politica da noi era cominciato già prima,con Tangentopoli,anche se qualcosa evidentemente è andato storto,perchè oggi ci troviamo nella stessa situazione di allora,senza però avere i partiti di allora,dissolti dal furore giustizialista,che senza eliminare il fenomeno corruttivo,anzi aumentandolo,non ha fatto altro che il gioco delle grandi èlite finanziarie.I politici finivano in manette per pochi spiccioli  e intanto noi ci piegavamo a Maastricht e a tutto quello che ne è seguito ,primo fra tutto l'abbandono della nostra sovranità monetaria.La grande finanza considera i partiti come un impiccio,il residuo di una democrazia rappresentativa ormai morente.I cosidetti corpi intermedi (forze politiche,sindacati eccetera) frenano le decisioni immediate,veri e propri diktat,di cui l'esempio piu evidente è stata la famosa lettera della Bce del 2011.Presentare in blocco "i politici" di tutti i partiti come la casta è stato paradossalmente il miglior regalo che si poteva fare alla finanza.In un mondo sempre piu dominato dall'economia di facciata,Partiti, sindacati ,devono essere deligittimati;meglio simulcri di partito,dove a decidere siano poche persone.
C'è un legame che andrebbe indagato a fondo tra sviluppo del capitale finanziario e movimenti giustizialisti.Lo scopo è quello di delegittimare la politica attraverso i politici,identificati tout-court con la casta,e lo Stato considerato sprecone ed efficiente.La prima Lega Nord è cresciuta in questo terreno ideologico.Oggi è in questo contesto che si colloca il M5S.Il "giustizialismo" si contrappone al ceto politico diffondendo l'idea che partiti e politici siano tutti corrotti e che tutti i nostri guai derivino in fondo dall'esistenza della Casta,responsabile con le sue ruberie di aver creato un enorme debito pubblico.

Nessun commento:

Posta un commento