Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 20 giugno 2016

Gianni Vattimo, il marxista che vota la bocconiana Appendino



Pochezza assoluta, questo vi rispondo se mi chiedete cosa penso dei risultati di ieri.Non esiste un partito serio in Italia che va contro l'euro, la dittatura europea e neoliberista, che propone politiche kenesiane , che dichiari guerra agli speculatori finanziari e ai mercati.No, l'importante è che faccia la lotta alla "casta", che da quella trovi le risorse necessarie per risollevare il paese.
Quando ho letto questa piccola intervista al filosofo Gianni Vattimo grande amico di Diego Fusaro, mi sono cadute le braccia.Ma come fa un marxista a votare una bocconiana? Si vota il meno peggio e non si vuole il cambiamento. Che tristezza!

da LA REPUBBLICA DEL 20 giugno 2016

Gianni Vattimo,il filosofo padre del pensiero debole, è tra i torinesi che a Piero Fassino hanno preferito la grillina Chiara Appendino

PERCHE' HA VOTATO PER LA CANDIDATA DEL M5S?

Ho votato la Appendino ma la cosa era molto controversa,non mi piace molto il fatto che ci sia un'alleanza tra il M5S e la destra di Salvini.

ALLORA PERCHE' L'HA FATTO?

La penso come D'Alema:serve una rottura.

CONTRO FASSINO?

Senza possibilità di spesa per i comuni,un candidato vale l'altro se non cambia il contesto politico nazionale.Cosi ha senso piuttosto un voto politico generale contro Renzi.


Nessun commento:

Posta un commento