Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 18 luglio 2016

11 miliardi di bond "sottozero".Tremate gente tremate!



Questi sono gli articoli da leggere, sono noiosi ma dicono la sacrosanta verità su chi comanda il mondo e perchè viviamo un momento drammatico che poi porta anche agli attentati.Tutto per colpa della finanza, degli speculatori finanziari, dei mercati.
Il 95% degli esseri umani ha il cervello manipolato, prendono di mira sempre i bersagli sbagliati.Mettetevi il cuore in pace, per voi (Anglotedesco compreso, anche se io mi adatto a tutte le stagioni,mi ritengo una persona intelligente che non si fa condizionare da nessuno) non c'è piu nessuna speranza e sarete costretti a  cercare l'elemosina sui treni,davanti alle chiese oppure a fare gli "artisti di strada".
I principali mercati che tengono in piedi l'economia mondiale stanno crollando ed è in arrivo una crisi peggiore di quella del 2008....
Scagliatevi uno contro l'altro come Pitbull...

da REPUBBLICA AFFARI E FINANZA del 18 luglio 2016-Pezzo di articolo di Federico Rampini

Paul Krugman e molti altri stanno insistendo su questo tema:che cosa sta cercando di dirci il mercato mondiale dei bond (titoli pubblici,obbligazoni)? Come decifrare i suoi segnali, apparentemente impazziti? Una premessa: piu delle Borse,le cui osciliazioni sono spesso prive di significato come indicatori di lungo termine sulla salute dell'economia reale,è il mercato dei Bond il barometro piu affidabile per capire dove va l'economia mondiale.Per una serie di ragioni perchè il mercato dei Bond è piu grosso,poi perchè tratta titoli che rappresentano un anello di collegamento fra lo stato delle finanze pubbliche o aziendali da una parte,dall'altra le scelte di medio-lungo periodo di investitori istituzionali come i fondi pensione e le compagnie assicurative.Fatta questa premessa,il passo successivo non è rassicurante in questo momento se preso alla lettera,un mercato dei bond dove 11.000 miliardi di dollari di titoli hanno rendimento negativo,è un preannuncio di recessione mondiale.Nonchè di deflazione a perdita d'occhio.Tuttavia qualcosa è cambiato nella natura stessa di questo mercato per effetto delle politiche di "quantitative easing" delle banch centrali,sicchè non sappiamo che sta prevedendo con certezza una recessione,o se invece ci sta dicendo che le nuove politiche monetarie hanno scatenato una rivoluzione copernicana in tutte le aspettative degli investitori. Se questo è vero, il barametro dei bond sarebbe diventato molto meno affidabile di una volta,o quantomeno non potremo fare analogia tra le sue previsioni di oggi e quelle di ieri,perchè un attore importante come le banche centrali ha in qualche modo truccato il barometro interferendo pesantemente col suo funzionamento,ancorche a fin di bene il capitalismo ha generato benessere diffuso grazie a queste due spinte propulsive.Che si sono esaurite ,o si stanno esaurendo ,entrambe.La popolazione ha smesso di crescere da tempo nei paesi avanzati,ma ormai anche la Cina è sotto l'effetto della denatalità e subisce un veloce  invecchiamento della sua forza lavoro.Nel breve termine c'è chi riesce a contrastare o attituire la proprio denatalità facendo ricorso all'immigrazione,per esempio gli Usa.
Ma l'apertura all'immigrazione incontra resistenze politiche sempre piu forti.E comunque, se a livello planetario rallentano le nascite,prima o poi anche il ricorso all'immigrazione non potrà compensare una demografia stagnante.In quanto al progresso tecnologico, è il grande mistero del nostro tempo.Se ne parla tanto,se ne vede poco.O meglio,sono invisibili i suoi effetti sulla produttività.

Nessun commento:

Posta un commento