Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 28 luglio 2016

JEAN LOUIS TAURAN:"La risposta al terrorismo è il dialogo,l'incontro"...



Anche la Chiesa non spiega perchè il mondo va in questo modo nonostante il Vaticano riceve uomini della grande finanza.
Il dialogo non serve a nulla il problema è questo mondo marcio dove il 95% degli esseri umani sono stati intontiti dalle grandi multinazionali, false informazioni, tv spazzatura rendendoli degli zombie.Prima o poi salta il tappo...
Il principale colpevole di questo mondo marcio si chiama CAPITALISMO FINANZIARIO.Dar la colpa tutto all'islam è razzista.
Qualche giorno fa un giapponese di 26 anni ha ucciso ben 19 disabili ,il motivo? "Volevo liberare il mondo dai disabili".Questa e la risposta che ha dato alla polizia quando l'hanno arrestato.
Come mai questa notizia è passata in secondo piano? Perchè non è un islamico? Questo è razzismo!!!


da LA REPUBBLICA del 27 luglio 2016- Paolo Rodari

"In generale  coloro che commettono attentati si autodefiniscono soldati, ma mi domando:che tipo di soldati sono?Non c'è risposta.Contro di loro occorre soltanto che noi credenti,tutti i credenti,torniamo a comportarci secondo quanto le religioni davvero insegnano.E la base di ogni insegnamento non è altro che l'amore,la convivenza fra diversi,la fratellanza"

"L'Islam insegna altro, ma qui non credo c'entri la religione.Non è giusto davanti a questi attentati parlare di religione.Si tratta di persone traviate che poco hanno a che fare con l'Islam stesso e con qualsiasi religione.Siamo davanti al nulla e portare tutto sul piano religioso non ha alcun senso.La risposta è sempre e comunque il dialogo,l'incontro.Per interrompere la catena infinita della ritorsione e della vendetta l'unica strada percorribile è quella del dialogo disarmato.In sostanza,a mio avviso, dialogare significa andare all'incontro con l'altro disarmati,con una concezione non aggressiva della propria verità,e tuttavia non disorientati che è l'atteggiamento di chi pensa che la pace si costruisce azzerando ogni verità".

"Credo che l'islam prenderà le distanze da questi attentati.Occorre aspettare perchè sarà interessante vedere cosa sarà detto.Comunque, tornando a quanto dicevamo prima, credo che oltre al dialogo vi sia anche un'altra strada.Lo ripeto sempre e non mi stancherò mai di farlo:l'educazione.Occorre un'educazione che parta dalla giovane età.E' il primo e inevitabile strumento per contrastare qualsiasi tipo di estremismo e di follia omicida.Se alle origini dell'esistenza,nella giovane età,educhiamo all'amore tutto sarà diverso.E' un lavoro lungo e dispendioso,ovviamente,eppure assolutamente necessario".






Nessun commento:

Posta un commento