Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 28 agosto 2016

Usa complici del massacro nello Yemen




Un ospedale legato a MEDICI SENZA FRONTIERE.Una scuola.Una fabbrica di patatine.Secondo il diritto internazionale nessuno di questi è un obiettivo militare legittimo.Eppure sono stati tutti bombardati negli ultimi giorni dalla coalizione guidata dall'Arabia Saudita nello Yemen,uccidendo piu di 40 civili.Gli Usa sono complici del massacro.Hanno aiutato l coalizione in molti modi,per esempio vendendo armi ai sauditi per rabbonirli dopo l'accordo sul nucleare iraniano.Il congresso statunitense dovrebbe sospendere la vendita di armi e il presidente Barack Obama dovrebbe dire ai sauditi che gli Stati Uniti ritireranno il loro sostegno se non smetteranno di colpire i civili e non riprenderanno le trattative di pace,
I sauditi hanno intensificato la loro campagna militare da quando i negoziati sono stati sospesi il 6 agosto,rompendo un cessate il fuoco dichiarato quattro mesi fà.Gli ultimi bombardamenti possono avere due spiegazioni:o la coalizione deve ancora imparare a identificare gli obiettivi militari oppure non fa nessuno scrupolo a uccidere civili inncocenti.Il bombardamento dell'ospedale,in cui sono morte 15 persone ,è il quarto attacco a una struttura sostenuta da Medici senza frontiere nell'ultimo anno.In totale la guerra ha provocato piu di 6.500 vittime e 2,5 milioni di sfollati.Un rapporto delle Nazione Unite ha attribuito il 60% delle morti e dei ferimenti di bambini alla coalizione saudita,che potrebbe essere responsabile di crimini di guerra.
L'Arabia Saudita è intervenuta nello Yemen nel 2015 per riportare al potere il presidente Abd Rabbo Mansur Hadi,che era stato rovesciato dagli houthi,un gruppo sciita legato all'Iran.I sauditi temevano che  Teheran stesse acquisendo troppa influenza nella regione.Nonostante molti ritengono esagerate queste preoccupazioni,Obama ha sostenuto l'intervento senza l'autorizzazione del congresso.Da quando è al potere,gli Usa hanno venduto ai sauditi armi per 110 miliardi di dollari e hanno fornito alla coalizione un supporto tecnico indispensabile.Ora il dipartimento di stato americano ha approvato la vendita di armamenti per altri 1,15 miliardi di dollari.Il congresso può bloccare l'operazione,ma è improbabile che lo faccia.
Di fronte al numero di vittime civili,è inaccettabile che Washington continui a sostenere questa guerra.Come ha dichiarato il senatore Chris Murphy,"ci sono le impronte digitali degli Stati Uniti su ogni civile ucciso nello Yemen".


da: NEW YORK TIMES

Nessun commento:

Posta un commento