Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

martedì 20 settembre 2016

ALBERTO BAGNAI:"Se uscissimo dall' euro,perderemmo subito 30 miliardi..."



Certo se esci dall'euro ma non adotti politiche kenesiane serve a poco e le disuguaglianze resterebbero quelle che sono adesso.
Bisogna lottare per disintegrare questa Europa neoliberista ,purtroppo però le sinistre dormono e sperano stupidamente che l'Ue da un giorno all'altro diventi piu buona.
Anglotedesco sta seguendo con attenzione il partito l'Alternativa per l'Italia.


Da Libero del 20 settembre 2016-Antonio Castro

"Uscire dall'euro? Certo,qualche turbolenza ci sarà però non sarà quella fine del mondo che ci raccontano i profeti internazionali di sventura,né il disastro in terra che scrivono alcuni giornalisti italiani, etero diretti,che non perdono occasione per martellare gli attributi dei connazionali con immagini da apocalisse economica".

"Abbiamo realizzato,con il nostro Centro Studi alcune simulazioni nel caso uscissimo dall' euro.Certo un contraccolpo nell'immediato ci sarà.Abbiamo stimato che quando usciremo dall'euro sarà al massimo di uno,due punti di Pil e considerando che nel solo 2009 abbiamo perso il 5 percento di ricchezza nazionale,ci potremmo anche stare".

"Perderemmo piu o meno una trentina di miliardi.Nessun trauma insostenibile anche perché con una nuova moneta potremmo riattivare una reale svalutazione competitiva.Le nostre imprese tornerebbero ad esportare come e piu di proma.La temuta inflazione,non ci sarà! E torneremo a crescere e ad essere competitivi riappropriandoli del potere di battere moneta,di fare e di esportare".

"Beh, è evidente che il diluvio per la Brexit non ci sia stato.Qualche scossone potrebbe anche arrivare nei prossimi anni ma sarà poca cosa.Il problema vero è rappresentato dalla forza della Germania.Difficilmente avremo dei politici che riusciranno a trattare un'uscita dalla moneta unica.È più probabile che l'Exit avvenga per fattori sociali dei Paesi".

"Se prima della crisi c'erano un milioni e mezzo di poveri oggi superiamo i 4 milioni un motivo c'è.Dobbiamo uscire da queste gabbie anche per riguadagnare ricchezza e libertà.Oltre che Pil".

1 commento:

  1. correggetemi se sbaglio , lo stato incamera ogni anno 850 miliardi di euro , paghiamo ogni anno 85 miliardi di interessi sul debito truffa , CARO DOTT BAGNAI , SE RESTIAMO NEL EURO ,E IN QUESTA EUROPA DELLE LOBBY E BANCHE , MI DOMANDO , COSA PERDEREMO , OLTRE CHE DEI PEZZI DI CARTA COLORATI .???.VALE PIU LA SOVRANITÀ DI UN POPOLO O DEI PEZZI DI CARTA ,CHE NON SI SA NEPPURE A CHI APPARTENGONO E CHI LI GARANTISCE , A PROPOSITO L"EURO DI CHI E,??

    RispondiElimina