Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 14 settembre 2016

CANTON TICINO."Ticinesi licenziati perchè gli italiani accettano stipendi piu bassi".




E' così dappertutto,siamo in piena dittatura neoliberista con le grandi aziende che pensano solo a fare enormi profitti tagliando gli stipendi del ceto medio-basso.Qui non è una questione di dar la precedenza ad uno piuttosto che all'altro...qui bisogna dichiarare guerra al Capitalismo, alla globalizzazione.Be certo io sarei molto severo:se becco un imprenditore ad assumere uno straniero perchè   si paga meno, gli darei 5 anni di galera senza condizionale...

da IL CORRIERE DELLA SERA del 13 settembre 2016 -Anna Campaniello

La proposta "prima i nostri" è stata presentata dall'Udc (Unione di centro,partito svizzero di destra).L'idea sostenuta anche dalla Lega dei Ticinesi,prevede l'obbligo,per i datori di lavoro,in caso di assunzioni ,di dare la precedenza ai residenti rispetto agli stranieri.Il presidente dell'Udc in Ticino,Piero Marchesi,spiega al Corriere i motivi che hanno spinto il suo partito a lanciare l'iniziativa.

"Abbiamo raccolto 10.000 firme per proporre l'iniziativa costituzionale nel 2014 i ticinesi avevano già detto "si" alla limitazione del numero degli stranieri,ma la proposta non è ancora stata applicata ed è necessario un nuovo intervento".

"La nostra è un'iniziativa a favore dei ticinesi e non contro i frontalieri.Chiediamo che diventi obbligatorio dare la preferenza ai residenti nel Cantone.Il costo della vita in Ticino è doppio o triplo rispetto a quello della Lombardia.Un ticinese non può competere con un frontaliere sul salario perchè non potrebbe vivere con quello che per un italiano è uno stipendio buono.E' evidente lo svantaggio degli svizzeri e non è accettabile".

"Negli ultimi 10 anni sono raddoppiati i frontalieri.Con una forza lavoro di 210.000 posti in Ticino, 62.000 sono lavoratori italiani.E' una sproporzione che non sta piu in piedi.Tra l'altro,assistiamo ad una sorta di sostituzione automatica,le imprese licenziano gli svizzeri e assumono gli italiani che accettano stipendi piu bassi.Il principio della preferenza indigena in modo obbligatorio serve a superare questa situazione.Un imprenditore ha bisogno di una segretaria.Una lavoratrice frontaliera costa meno ed è molto piu probabile che sia assunta.Con la modifica alla Costituzione,il datore di lavoro sarebbe obbligato ad effettuare prima una ricerca con gli uffici cantonali,analizzare le candidature ticinesi e poi,se è dimostrato che non ci sono residenti da assumere,allora può ottenere il permesso per scegliere un frontaliere.E' un modo per dare maggiori opportunità ai ticinesi".

"Nel Canton Ticino,secondo le statistiche,la disoccupazione è del 3%,m non tengono conto delle persone che sono entrate nel regime di assistenza.Sommando anche queste il dato raggiunge il 7% in Ticino.Abbiamo un'economia che funziona ancora ed è inconcepibile che così tanti ticinesi siano a carico dello Stato.Per fortuna  non siamo nella Ue,possiamo ancora mettere dei paletti e dobbiamo farlo.Vogliamo dare la possibilità al Ticino di fare una politica piu regionale e meno nazionale e agire sui nostri problemi specifici".


Nessun commento:

Posta un commento