Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 12 dicembre 2016

Il solito referendum che non è servito a nulla...e la gente che ha abboccato...



Fiero di non essere andato a votare domenica scorsa e il motivo l'ho scritto nei post di qualche settimana fa e lo ripeto adesso:i referendum sono delle pagliacciate per far credere al popolo (zombi) di poter contare ancora qualcosa,Renzi si è dimesso? Bene ,voto subito,se si ha rispetto per il  popolo.Invece,guarda a caso ,l'hanno sostituito con Gentiloni europeista sfegatato che obbedira' agli ordini della dittatura europea...

Da Libero del 12 dicembre 2016- pezzo di articolo di Paolo Becchi

In ogni caso,competenze a parte,il nome di Gentiloni significa una sola cosa: inserire il pilota automatico,portare questa legislatura alla sua scadenza naturale senza far nulla,limitandosi ad applicare le decisioni di Bruxelles.Sull'europeismo di Gentiloni,non si discute.Nel 2012,in un tweet,scrisse di sognare gli "Stati Uniti d'Europa" e a chi gli fece notare che ciò significava cedere "quote" di sovranità ,rispose "Esatto,dobbiamo cedere sovranità a un'Europa unita e democratica".Chiarissimo ,direi.Un traditore della patria.
Il governo Gentiloni durerà,cosi, per un anno,a meno che non ritornino i forconi nelle piazze.Dopo,finalmente,ci saranno le elezioni (perché,almeno nel 2018,non ce le può negare nessuno).E li verranno i problemi.Il vincitore sarà il M5S: il governo Gentiloni non farà che accrescere la sua forza.
Ciò che potrebbe però accadere,e far saltare tutto,è che il M5S,una volta vinte le elezioni, decida di avviarsi verso la "normalizzazione":accettare una coalizione di governo.E a quel punto non potrà non aprirsi a quella forza politica che uscirà altrettanto rafforzata dalle elezioni: una Lega rinnovata,non piu nordista,ma sovranista-identitaria e anti-globalista ,che sarà sicuramente premiata dagli elettori.E insieme M5S e Lega potranno cercare di cambiare e ricostruire il Paese ormai distrutto,a stagioni alterne,da centro-destra e centro-sinistra

Nessun commento:

Posta un commento