Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

mercoledì 11 gennaio 2017

Quella mondializzazione che piace tanto al Movimento 5 Stelle..



Il trionfo della mondializzazione sull'immaginario ha consentito e consente una straordinaria azione di delegittimazione del discorso realistico,anche il piu moderato.Con i diritti dell'uomo,la democrazia e,naturalmente,l'economia (di mercato), le invariabili culturali hanno invaso la scena e non sono piu discutibili.Si assiste a un vero e proprio ritorno dell'etnocentrismo occidentale e antioccidentale.L'arroganza dell'apoteosi del mercato globale è,anch'essa,una nuova  forma di etnocentrismo.L'estensione programmata delle sofisticate tecnologie  della comunicazione in seno al villaggio planetario induce a un forte rilancio dell'imperialismo culturale.
Si dovrebbe sapere che non esistono valori  che trascendono la pluralità delle culture,per la semplice ragione che un valore esiste come tale soltanto in un dato contesto culturale.Questo trionfo dell'etnocentrismo ordinario è stato reso possibile dalla demonizzazione degli eccessi di ritorno che questa stessa mondializzazione genera:ascesa degli integralismi e dei terrorismi etnicisti.Perfino i critici piu risoluti della mondializzazione sono bloccati,nella maggior parte dei casi, dall'universalismo dei valori occidentali.Sono rari quelli  che tentano di venirne fuori.Eppure, non si eviteranno i danni del mondo unico  della mercificazione restando chiusi nel mercato unico delle idee.Proprio per temperare le attuali e prevedibili esplosioni di integralismo ,è indubbiamente fondamentale per la sopravvivenza dell'umanità difendere la tolleranza e il rispetto dell'altro ,non sul piano di vaghi e estratti principi universali,ma interrogandosi sulle possibili forme di organizzazione di una vita umana plurale in un mondo piu delimitato.
Il dramma dell'Occidente consiste nel non avere mai potuto rinunciare a due atteggiamenti che alla fine conducono allo stesso risultato:negare la cultura dell'altro ,o negare la nostra cultura a vantaggio di un universalismo assai particolare.Certamente è illusorio pretendere di sfuggire all'assoluto della propria cultura e,quindi,a un certo ergocentrismo.È l'atteggiamento piu condiviso nel mondo.La faccenda comincia a diventare inquietante quando lo si ignora e lo si nega,perché questo assoluto è sicuramente sempre relativo.

4 commenti: