Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 13 febbraio 2017

Ero un bambino timido e fragile e il prete ne approfittò...






Daniel Pittet,57 anni di Friburgo.Una delle tante storie che tutti i giorni saltano fuori non solo sui giornali ma anche da persone normali.Prima o poi qualcuna la racconterò...

Da La Repubblica del 13 febbraio 2017-Caterina Pasolini

"Nel 1968 avevo solo otto anni.Il prete con una scusa mi ha portato in una stanza.Ho chiuso la porta.Non potevo scappare ero impietrito.Quando ha finito di usarmi mi ha detto:questo rimane tra noi.A chi avrei potuto dirlo,chi mi avrebbe creduto? A casa ereno tutti religiosi ,credevano dell'autorità della chiesa,non mi avrebbero mai dato retto.Ho passato anni a pensare che ero l,unico a subire quei pomeriggi da incubo,a cercare di dimenticare il suo corpo addosso al mio".

"Per anni mi sono domandato se gli adulti sapessero e facessero finta di non capire.Mi sembrava impossibile che mia madre non intuisse.Solo la mia maestra notando che andavo male a scuola,che ero sempre piu solo,chiuso e timido mi ha mandato da un medico ma non so se era un cattivo dottore o si è spaventato ,so solo che non non ha fatto le domande giuste per aiutarmi a trovare il coraggio di parlare.Cosi il segreto è rimasto fino a quando la mia prozia ha capito e sono uscito dall'inferno.Avevo 12 anni".

"Dopo anni di terapia ho trovato le parole per dirlo nel 1990,da allora continuo ad incontrare giovani che hanno subito gli stessi abusi.Li riconosco,vedo in loro la stessa fragilità,la fatica di vivere che mi porto dietro quotidianamente e mi spinge a fare per dare un senso alla mia esistenza.Perché chi viene abusato resta segnato per sempre,rischia il suicidio,la pazzia,spesso viene rifiutato dalla famiglia ,visto che il 90% degli abusi li avviene,e dal gruppo sociale.Escluso,trattato come una paria perché ha detto la verità.Senza contare che,se non aiutato,rischia di ripetere su altri le violenze subite:l'80% dei pedofili è stato un.bambino stuprato".

"La chiesa ha mentito.Mi hanno detto che lo avrebbero allontanato,che non avrebbe piu potuto fare del male.Dieci anni dopo ho scoperto che lo avevano mandato in Francia,dove ha continuato ad abusare ragazzini.Lo scorso anno l'ho incontrato.Era vecchio,ho faticato a riconoscere l'orco della mia infanzia.Mi ha guardato ,ho visto la sua paura.Ma non mi ha chiesto scusa,non mi è sembrato pentito di tutto il male che ha fatto"

"Due anni fa mi sono incontrato con il Papa.Mi ha chiesto dove trovi la forza,il tuo spirito missionario? Non era mai soddisfatto della risposta.Alla fine gli ho detto:Padre sono stato violentato da un sacerdote.Mi ha guardato in silenzio con le lacrime agli occhi e mi ha abbracciato.Ora queste le sue parole cosi forti e coraggiose di condanna alla pedofilia,al segreto che uccide".

Nessun commento:

Posta un commento