Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 28 febbraio 2017

Forse le multinazionali cominciano a sgonfiarsi



Dopo decenni di crescita continua,le imprese che investono in tutto il mondo cominciano a ridimensionarsi.Non solo perché i profitti diminuiscono,ma anche perché i governi stanno tornando a proteggere le aziende nazionali.
Negli ultimi 5 anni né McDonald né Fried Chicken sono riuscite a tenere il passo della crescita della borsa statunitense.Nel 2012 la Yum,la proprietaria di Kentucky Fried Chicken,ha registrato il record di profitti all'estero,che però in seguito sono scesi del 20%.Negli ultimi tre anni i ricavi all'estero del McDonald's sono diminuiti del 29%.C'è una tendenza generale:il mondo non ha piu fame di multinazionali.
Molti settori che hanno provato a internazionalizzarsi in realtà sembrano funzionare meglio quando operano al livello nazionale o regionale.Molte aziende hanno aperto gli occhi.
Questa nuova era delle multinazionali,piu prudente,avrà dei costi.I paesi abituati a veder spadroneggiare le aziende globali si accorgeranno che la concorrenza diminuisce e che i prezzi salgono.Gli investitori,che  a conti fatti hanno almeno un terzo dei loro portafogli azionari investiti nelle grandi multinazionali,potrebbero andare incontro a turbolenze poco piacevoli.Le economie che dipendono dagli investimenti esteri saranno in.difficoltà.Il crollo dei profitti delle multinazionali britanniche è il motivo del pessimo stato della bilancia dei pagamenti del Regno Unito.Ma con la Brexit cambiera' tutto.

Nessun commento:

Posta un commento