Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 15 febbraio 2017

I danni della globalizzazione che il Pd fa finta di non capire...



La globalizzazione è stata in specie voluta,per compressione e accellerazione della storia,da un'elite di potere determinata e illuminata.Poi ,direttamente a causa sua e di riflesso,nella sfera politica si è prodotto un diffuso effetto di vuoto.Come se,presa allora una cosi grande e storica,pur se discutibile ,decisione,la politica avesse prima trattenuto e poi perso quasi del tutto il suo respiro.Perché? Principalmente perché,con la globalizzazione,il carattere nazionale e particolare,tipico per secoli della politica,è stato prima risucchiato e poi disperso in un mondo nuovo disegnato e dominato dal mercato globale.In che modo,con quale dinamica sono andate le cose?
Il potere politico è stato per secoli concentrato nella macchina dello Stato-nazione.Una macchina storicamente costruita per funzionare a dominio territoriale chiuso.Lo Stato controllava il territorio e il territorio era il naturale contenitore della ricchezza,agraria,industriale.È cosi che il controllo della ricchezza faceva dello Stato-nazione l'erede e la sintesi delle antiche secolari funzioni del forum,ciò che gli dava titolo per esercitare il suo monopolio politico:battere la moneta,riscuotere le tasse,fare giustizia.La globalizzazione,spezzando la catena storica Stato-territorio-ricchezza,aprendo gli spazi,depotenziando confini e frontiere,ha di riflesso eroso i vecchi meccanismi di controllo e di disciplina,ha di riflesso ridotto,fino a uno storico il potere statale.All'opposto ,rimossi gli antichi confini,la ricchezza finanziaria ,la parte strategica e sempre piu importante della ricchezza,è divenuta sempre piu forte e irresponsabile,finalmente capace di volare sopra i territori e volare fuori dall'antica gabbia Stato-nazione,nei nuovi cieli della repubblica internazionale del denaro.Con la globalizzazione e per suo effetto ha preso forma e forza l'altro eccesso,l'eccesso simmettrico opposto:il crescente e dominante potere esercitato sulla politica dalla finanza,forte,questa,per la sua capacità di mobilitare e concentrare interessi colossali,forte per la sua vincente ideologia.

Nessun commento:

Posta un commento