Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 31 marzo 2017

Le cretinate di Barroso sull'euro che ci avrebbe protetto dagli shock economici globali



Il 2 giugno del 2008,105 giorni prima del crollo della Lehman Brothers,l'allora presidente della Commissione,José Manuel Barroso,celebrava il decimo anniversario della nascita della BCE con grande entusiasmo.Barroso diceva:"La creazione dell'euro,è stato un evento straordinario.Un decennio piu tardi possiamo dichiarare orgogliosamente che l'euro è stato  un grande successo".
E Barroso andava avanti elencando i benefici prodotti dall'euro,capace di inaugurare un decennio di stabilità dell'Unione Europea,di promuovere l'integrazione finanziaria ed economica e la crescita dei commerci tra i paesi membri,con tassi di inflazione e di interessi bassi come mai da almeno una generazione.L'euro,secondo Barroso  del giugno 2008,aveva contribuito a proteggere le economie europee da una serie di shock economici globali.Proprio agli inizi ,gli shock erano arrivati dallo scoppio,nel corso del 2000,della bolla  delle dot.com,cioè la caduta improvvisa dei prezzi azionari  delle imprese operanti nel settore internet,prezzi che erano saliti alla grande nei due anni precedenti.Poi c'erano stati gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 negli Usa  e gli aumenti dei prezzi del petrolio."Grazie alla stabilità garantita dall'euro,concludeva Barroso,nel primo decennio dell'Unione monetaria sono stati creati 16 milioni di posti di lavoro nell'area euro.Cioè 2 milioni piu degli Stati Uniti e il triplo di quello che erano stati creati nei dieci anni precedenti".

RICORDIAMO A BARROSO ALCUNE COSE...

È vero che negli Usa il tasso di crescita era sceso dal 4% del 2000 ,allo 0,9% del 2001,e nell'area euro la caduta era stata dal 3,9% al 2%.In altri termini,il tasso di crescita negli Usa era crollato del 75% mentre nell'area euro si era solo dimezzato.Negli anni successivi però,la crescita americana era rimbalzata oltre il 3% nel 2004 e nel 2005,mentre quella dell'Eurozona era scesa nel 2002 e 2003 (0,9% e 0,6% rispettivamente),per poi stagnare intorno o sotto il 2%nel 2004 e 2005.
Altra cosa da ricordare a Barroso riguarda la qualità e la distribuzione tra paesi di quei 16 milioni di posti di lavoro creati.Che rappresentano un. + 11,5% rispetto al 1999.Quasi 5,5 milioni di posti di lavoro (il 38% del totale) erano stati creati nella sola Spagna,il paese dell'eurozona capace di crescere di piu tra 1999 e 2007 (quasi del 4% medio all'anno,contro un 2,3 dell'Area).
Un altro problema viene fuori  se si guarda alla produttività.Ci sono tanti modi per misurarla;uno dei piu utilizzati e il prodotto interno lordo per occupato,cioè quanto produce ogni individuo che effettivamente lavora.Guardando a questa misura,scopriamo che la produttività è aumentata nell'Eurozona dell'8,6% tra il 1999 e il 2007,circa l'1% all'anno.Nel complesso dell'Eurozona ,poi,la produttività era cresciuta molto meno che negli Usa.

Nessun commento:

Posta un commento