Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

lunedì 20 marzo 2017

PAOLO SAVONA:"Bisogna dare pieni poteri alla BCE sul cambio dell'euro..."



"Le difficoltà della Ue sono colpa dell'èlite che la guidano:dicono di interessarsi del popolo ma si occupano solo di loro stesse e non ammetteranno mai il fallimento dell'Europa perchè significherebbe autocondannarsi.E questo acuise i problemi.La mancanza di diagnosi comporta l'assenza  di terapia.Le èlite italiane hanno voluto questa Europa o qualcuno gliela attribuisca".

"Per l'Italia mantenere l'Unione,l'eurosistema e il mercato unico o uscirci comporta lo stesso impegno.Ma per lasciare la Ue servirebbero leader all'altezza,che ora non vedo:il problema del nostro Paese è politico prima che economico.Per fare ogni cosa cosa al momento mancano i politici e forse ancor prima le idee e questo è il guaio,perchè sarebbe un disastro se, anzichè noi, fosse la speculazione internazionale a decidere l'Italexit.Se l'Italia tornasse a crescere con le giuste politiche fiscali e di taglio delle spese non sarebbe un problema.E' una questione di leadership e di volontà degli italiani di collaborare:i cittadini vanno motivati e responsabilizzati."

"Bisogna dare pieni poteri alla BCE sul cambio dell'euro e consentirle di svolgere le funzioni di prestatore di ultima istanza  a Stati,cittadini e aziende.Quanto alla Commissione Ue,deve poter effettuare investimenti diretti a colmare il divari tra aree avanzate e arretrate.La rinuncia alla sovranità presuppone che essa restituisca risultati migliori di quelli che avremmo ottenuto gestendola noi.Purtroppo è accaduto l'opposto".

"Prima non avevamo capito cosa fosse in realtà l'Europa.E' andata come per l'euro:lo attendevamo come la manna perchè ci  avevano illuso,alcuni anche in buona fede,che ci avrebbe aiutato.Ma una volta provatolo,c'è voluto poco a capire che è stato un autogol".

"Democrazia,Stato e mercato devono controllarsi reciprocamente,senza che una istituzione prevalga sulle altre.Scartarne una,come fanno la Ue,la Cina e altri Paesi è sbagliato.La democrazia decide le leggi e la distribuzione del reddito,lo Stato ne garantisce l'applicazione e il mercato produce quanto piu possibile liberamente.Il risparmio degli italiani è metà in finanza e metà in immobili.L'intermediazione di questi risparmi è altamente inefficiente,non di rado truffaldina,e le voglie della politica sulla ricchezza familiare inappagabili.Gli italiani non spendono perchè il malgoverno genera in loro sfiducia e chi può tenta di difendersi risparmiando"

da Libero del 13 marzo 2017-Il professor Paolo Savona risponde alle domande di PIETRO SENALDI

Un altro che crede nella BCE.Alla Banca Centrale Europea non gli interessa nulla di fare gli interessi dei popoli.Basta!!! Bisogna tornare alla sovranità monetaria con la Banca d'Italia pubblica unita al Tesoro.Sarà una cosa lunga ma per i cambiamenti radicali bisogna anche saper soffrire...non si ottengono andando in vacanza...




Nessun commento:

Posta un commento