Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

domenica 30 aprile 2017

Caro Gorbacev,sulla NATO avevi ragione



Era noto da sempre che l'Europa avrebbe potuto seguire un corso indipendente:l'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico del Nord (Nato) fu pensata in parte per scongiurare questa eventualità.Quando nel 1989 venne meno il pretesto ufficiale per l'esistenza della Nato,l 'alleanza fu estesa verso est,con buona pace delle promesse verbali fatte al leader sovietico Mikhail  Gorbachev.Da quel momento la Nato è diventata una forza d'intervento a trazione statunitense con un raggio d'azione amplissimo.A illustrare questo nuovo assetto fu il segretario generale della Nato Jaap de Hoop Scheffer,durante una conferenza dell'alleanza:"Le truppe Nato devono sorvegliare i condotti che trasportano il petrolio e il gas destinati all'Occidente".Piu in generale,devono proteggere le rotte marittime usate dalle navi cisterna e altre "infrastrutture strategiche" del sistema energetico.
In base alla dottrina  della Grande Area l'intervento militare è legittimato ad ibitum.Lo mise in chiaro anche l'amministrazione Clinton,la quale proclamò che gli Stati Uniti avevano il diritto di usare la forza militare per assicurare l'accesso illimitato ai mercati,alle forniture energetiche e alle risorse strategiche,e che avrebbero dispiegato "in posizioni avanzate" corposi contingenti militari in Europa e in Asia al fine di plasmare l'opinione popolare a nostro favore e dare corpo agli eventi che servono al nostro favore e dare corpo agli eventi che servono al nostro sostentamento e alla nostra sicurezza".
Sono gli stessi principi che hanno determinato l'invasione dell'Iraq.Quanto piu diventava palese che gli Stati Uniti non erano in grado di imporre il loro volere in Iraq,tanto meno risultava utile la vecchia retorica per occultare il vero scopo dell'invasione.

Nessun commento:

Posta un commento