Anglotedesco

Anglotedesco

Secondo voi chi fa piu danni all'Italia Draghi o Berlusconi?

venerdì 21 aprile 2017

Caro zio,ti spiego perché sto dalla parte della Russia



Caro zio, cerchero' di essere il piu sintetico possibile perché l'argomento è molto complesso...

Gli Stati Uniti stanno cercando di sottrarre sistematicamente la sua storica sfera di influenza.Nella crociata mondiale di Washington per la libertà e la democrazia non vedo una missione etica ma un'arma efficace per assicurare ed estendere il suo controllo geopolitico.L'amministrazione americana e le organizzazioni non governative statunitensi hanno fomentato ,in paesi dell'ex Unione Sovietica come Georgia e Ucraina ,la comprensibile insoddisfazione popolare allo scopo di favorire un cambio di regime.Dopo il colpo di stato in Georgia,George W.Bush ha sostenuto la politica aggressiva e avversa alla Russia del nuovo presidente Saakasvili,che è poi sfociata  in una guerra.
L'Europa ha sempre reagito marciando piu o meno al passo degli Usa.Il caso dell'Ucraina ha dimostrato che l'Unione Europea sta tentando di e espandersi verso est, senza alcun riguardo per gli interessi economici di Mosca.Le piccole vittorie riportate dal governo centrale sono del tutto irrilevanti:è evidente che l'Ucraina non può sostenere a lungo una guerra contro la Russia,né militarmente né economicamente .Anche se il governo ucraino può contare sul sostegno che i ribelli siano separatisti russi."Faccia pressioni,faccia questo,faccia quello", dice Putin,ricordando le costanti esortazioni dei leader europei.Il presidente russo crede che la loro insistenza nell'indicarlo come rappresentante degli insorti,che Kiev si ostina a non considerare come interlocutori nella trattativa,sia un ulteriore tentativo di utilizzarlo come capro espiatorio.Putin:"Io non sono un cittadino ucraino. E rigiro sempre la domanda:che pressioni fate voi sulla vostra clientela di Kiev? E perché state solo ed esclusivamente dalla loro parte?

Per oggi caro zio mi fermo qui...piu avanti ti racconterò altro...

Nessun commento:

Posta un commento