Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 11 aprile 2017

ENRICO LETTA"Grazie al quantitative easing la Grecia è rimasta nell'euro"




"Le politiche europee di Draghi e in particolare il quantitative easing,lanciato nel 2015,ha stabilizzato i tassi e tenuto unita l'area dell'euro.Hanno tenuto,finora,la Grecia dentro.Quelle politiche hanno anche salvato l'Italia e le hanno dato un'opportunità che purtroppo non è stata colta.Hanno rappresentato nel biennio 2015-16 un dividendo per il nostro paese di 33 miliardi circa.Un bonus che la Bce ha dato all'Italia in termini di risparmio sul costo del debito che nello stesso periodo il nostro paese non è riuscito purtroppo a far calare.C'è da chiedersi dove saremmo ora se non ci fosse stato Draghi.E c'è  anche da  chiedersi in quale situazione migliore ci saremmo potuti trovare se si fosse usato con saggezza quel bonus europeo".

"L'Europa è tutta la mia vita politica.Rappresenta anche tutto quello che penso sulla politica e la vita.Questa,per me,trae la propria ricchezza interiore dall'incontro con l'altro.Ecco l'essenziale.Da soli non si va da nessuna parte.Il mio motto in politica è il proverbio africano:" Se vuoi andare veloce,agisci da solo;se vuoi andare lontano,agisci insieme agli altri.Nessuno può fare L'Europa da solo: altrimenti sarebbe una dittatura.L'Europa significa incontrare gli altri,vivere con gli altri,ascoltarli.Quindi significa andare oltre se stessi.Questo viene rappresentato dall'apertura delle frontiere,che fanno parte della vita dei popoli e nello stesso tempo ne fissano i limiti.L'Europa da l'opportunità non di eliminare le frontiere,come molti temono,ma di attraversarle,di superarle,cioè di ridurre i limiti delle nostre vite.
L'Europa fa parte anche del mio modo di concepire la politica,ossia agire con gli altri e non sotto il loro controllo,Romano Prodi definisce l'Europa "un'unione di minoranze.Nella costruzione europea nessuno è maggioritario,nessuno domina,né schiaccia.L'originalità e la forza del progetto di integrazione europea sta nel dare a tutti i paesi lo stesso livello di riconoscenza,nel considerare ogni nazione pienamente,nel trattare ogni popolo con la stessa dignità".

Da CONTRO VENTI E MAREE di Enrico Letta (Il Mulino).

Lo vada dire ai greci che vantaggio hanno restando nella moneta unica...
Pensi un po cosa sarebbe l'Italia senza il divorzio Banca d'Italia-Tesoro voluto dal suo maestro Beniamino Andreatta...il debito pubblico sarebbe bassissimo e sarebbe in mano agli italiani...come in Giappone...

Nessun commento:

Posta un commento