Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 20 luglio 2017

ISIS=cospirazione congiunta tra NATO e Consiglio di cooperazione del Golfo



Com'è possibile che l'Isis sia sorto dal nulla,pur essendo armato fino ai denti,pieno di soldi e organizzato come un esercito professionale permanente? Come ha fatto a crearsi uno Stato, rapinando le banche e chiedendo donazioni su Twitter e Facebook?
In realtà,l'Isis è frutto di una cospirazione congiunta tra la NATO e il Consiglio di cooperazione del  Golfo che risale al 2007,quando i governanti statunitensi e sauditi tentarono  di scatenare una guerra settaria in tutta la regione  pur di sottrarre il Medio Oriente all'influenza iraniana ,che si spinge fino in Siria ,Iraq,Libano e sulla costa del Mediterraneo.L'Isis ha avuto appoggio,addestramento,armi e denaro da una coalizione composta dalle Nazioni Unite e da vari Stati del Golfo Persico;ha ricevuto tutto ciò in territorio turco (cioè in un Paese appartenente alla NATO) e ha invaso il Nord della Siria anche grazie all'artiglieria e alla copertura aerea turche.
In un articolo pubblicato nel 2007 dal settimanale The New Yorker intitolato "Il cambio di rotta",Seymour Hersh, noto giornalista e scrittore che ha preso il premio Pulitzer,ha svelato l'intenzione di americani,sauditi e israeliani di creare e schierare in tutta la regione estremisti settari contro Iran,Siria e Hezbollah libanesi."Hersh faceva presente che questi estremisti settari erano legati ad Al Qaida o ne facevano direttamente parte.L'avanzata dell'Isis verso  Baghdad è la manifestazione ultima di questa cospirazione:un esercito permanente che opera impunemente,intende rovesciare il governo siriano ed epurare l'Iraq dalle forze filoiraniane,e che addirittura minaccia l'Iran stesso,con un ponte diretto tra i rifugi sicuri creati dalla NATO  per Al Qaida in Turchia fino alle frontiere iraniane ,attraverso il Nord dell'Iraq.Etichettandoli come terroristi,l'Occidente può negare in modo credibile la propria responsabilità nell'averli creati e nell'avere permesso loro di compiere le atrocità di cui si stanno macchiando.
Gli americani non hanno mai rinunciato al piano di deporre Assad ,come emerge chiaramente dai tanti articoli pubblicati sulle riviste di geopolitica.Per esempio,Kenneth M.Pollack ,ex analista della CIA e alto funzionario della Brookings Institution, ordinava gli Stati Uniti  a fornire armi e addestrare in massa le forze siriane che fanno capo all'attuale opposizione,per creare un esercito che possa al tempo stesso sconfiggere l'Isis e rovesciare il regime di Assad ,per sostituirlo con una dittatura militare filoamericana.

Nessun commento:

Posta un commento