Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 19 dicembre 2017

Il filosofo tedesco Gunnar Hindrichs:"Leggere Marx per capire gli Estremismi di oggi"



"L'idea di estremismo è difficile da definire,ma il ventunesimo secolo si annuncia come un pullulare di tendenze estremistiche che non seguono piu,come è accaduto nelle rivoluzioni della modernità,progetti utopici o trascendenti,ma restano legate al piano della realtà immanente.L'era dell'Estremismo è una inversione rispetto a quella delle Rivoluzioni.Si,viviamo in un diffuso neo-romanticismo ,immersi in una pluralità di trend estremi e soggettivi :non a caso Camus,nell'UOMO IN RIVOLTA ,definì i terroristi i cuori estremi".

"Dopo gli attentati dell'11 settembre,il filosofo Sloterdijk ha visto nel terrorista una malignità senza scopi,cioè una strumentalita perversa e fine a se stessa.La forza  della rivoluzione sta nel creare invece non solo discontinuità rispetto alle norme tradizionali della politica,ma nel rifondare regole nuove per un nuovo contesto sociale.Rivoluzione è la magia dell'inizio e di una muova praxis dell'agire sociale,cosi come abbiamo visto all'inizio della rivoluzione russa con i Consigli dei Soviet".

"Non sopravalutiamo il potere di Internet.Come la stampa nell'era di Gutenberg anche il web sta modificando le nostre vite,ma computer e tastiere non sono certo l'avvio di una vera rivoluzione.Ha ragione Hannah Arendt che nella rivoluzione vedeva all'opera  appunto la creazione di nuove regole per una praxis sociale.E non mi pare che l'uso dei computer produca  creatività e trascendenza"

"La sociologia americana ha coniato al riguardo l'espressione "Lunatic fringe" ,una follia che parte dai margini del sapere e si espande verso il senso comune.Oggi queste zone oscure sono entrate con Donald Trump nel cuore della Casa Bianca e nel centro della società digitale e dell'informazione,cambiando il senso dell'opinione pubblica.L'estremismo oscurantista delle fake news e congiure travestendosi da "fatti alternativi", stravolge il pubblico discorso.E di questo trend sono gli estremisti della politica,i populisti ,ad approfittarne.I nuovi movimenti populisti non sono solo un concentrato di antipolitica,ma "maligni" nel loro attaccare senza posa e vergogna i piu deboli,i profughi e le altre minoranze.Il sentimento guida che spinge oggi i populismi in Europa non è tanto la paura dello straniero o dei profughi e nemmeno l'acido del risentimento di cui parlava Nietzsche ,ma l'occhio velenoso dell'invidia.Nella grande tradizione di Tommaso d'Aquino l'invidia è la tristezza per l'essere.Da una triste radice velenosa sprizza l'invidia per la vita e per le risorse altrui.I populisti soffiano sull'invidia quando dicono che quelli al poter ,la casta,famno ciò che vogliono o i migranti incassano i nostri soldi.Nell'era degli estremismi il linguaggio della politica e dell'opinione pubblica è pervaso da tristezza e rabbia viscerali ,l'opposto del "gaudium entis" ,cioè della felicità per l'essere e per la vita propria e altrui".

"Di recente sono stato invitato ad una conferenza per i 100 anni di STATO E RIVOLUZIONE di Lenin.A cena i piu giovani sostenevano la tesi che con la rivoluzione non solo il menù,ma anche il nostro rapporto con gli animali,la carne e il cibo dovrebbe cambiare.Il mio maestro Rudger Bubner coniò la formula di "estetizzazione delle forme di vita per caratterizzare la massima espansione di arte ed estetica della nostra vita post-moderna.Anche le forme della protesta ,sia nell'estrema destra che sinistra ,hanno assunto ora la forma di pseudo feste rivoluzionarie o eventi estetici ,come ad esempio al recente G-20 di Amburgo .I giovani Hegel , Schelling ed Holderlin sognavano una mitologia della Regione,ma oggi  del sogno rivoluzionario ci è rimasto solo un vago Estremismo estetico,come Negri e Hardt immaginavamo nel loro IMPERO".

"Il saggio di Marx IL 18 BRUMAIO DI LUIGI BONAPARTE è senza dubbio la chiave per capire gli Estremismi del presente.Bonapartismo è l'ambigua unione dei poteri forti con dubbiosi faccendieri e avventurieri ,terroristi e criminali.Oggi persino la Faz,il quotidiano dei conservatori,scrive articoli a favore del movimento xenofo di Pegida ,e Afd fa proseliti tra i professori.Ai tempi di Marx la Repubblica francese implodeva nella forma totalitaria del bonapartismo ,ed oggi populisti e l'estrema destra osannano Putin ,il nuovo UOMO FORTE.A differenza dei tempi di Marx,però,non c'è piu alcuna minaccia rivoluzionaria ,ma i populisti rileggono il motto di Cicerone "res publica,res populi" in senso illiberale: nel loro estremismo ,la Repubblica è proprietà del popolo e non delle sue libere norme ed istituzioni".

Da L'Espresso del 17 dicembre 2017.Le risposte piu significative del filosofo Gunnar Hindrichs alle domande di Stefano Vastano

Nessun commento:

Posta un commento