Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 13 dicembre 2017

Trasferire la produzione,semplificare,cancellare,licenziare.Il mondo spiegato ai ragazzi del liceo



Trasferire la produzione , semplificare,cancellare,licenziare:l'economia high-tech ad alto rendimento divora i posti di lavoro della società del benessere e licenzia i propri consumatori.È imminente un terremoto economico e sociale di dimensioni finora sconosciute,che sta coinvolgendo sia l'industria automobilistica che informatica ,l'ingegneria chimica che elettronica,i servizi telematici che quelli postali,il commercio al minuto che l'economia finanziaria.
Le persone cercano invano un posto di lavoro.Dagli Usa fino all'Australia ,dalla Gran Bretagna al Giappone,in tutte le Nazioni piu ricche del mondo il benessere delle masse va scomparendo con grande rapidità.Una crisi occupazionale colossale incombe anche su quei settori che fino a poco tempo fa promettevano occupazioni a vita,indipendenti dalle oscillazioni della congiuntura economica mondiale.
La riduzione massiccia del personale riguarda le Banche ,le Assicurazioni,le Società Telefoniche,le Compagnie Aeree,così come tanti servizi pubblici.La paura del futuro ed il disorientamento stanno dilagando:la struttura sociale si infrange.La maggioranza dei responsabili si rifiuta comunque di assumere la responsabilità di questa situazione.I governi ed i consigli direttivi  dei gruppi industriali si fanno vedere sbalorditi e dichiarano di essere innocenti.La riduzione dei posti di lavoro ,un fenomeno fino a poco tempo fa  inimmaginabile,è la conseguenza di una "crisi strutturale,spiegano ai loro elettori e impiegati.Se gli stipendi e i salari rimangono fermi ai livelli attuali,non ci sarà piu nessun futuro per la produzione in massa delle ditte nell'Europa occidentale.
Nella brutalità di un'economia globale,la concorrenza produce un mercato globale del lavoro.Il lavoro sicuro non esiste piu.I beneficiari dell'economia senza confini amano trasfigurare la crisi e presentarla come una sorte di processo naturale.



Nessun commento:

Posta un commento