Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 7 dicembre 2017

WELFARE.Le PMI raddoppiano



Dopo un inizio un po' a rilento anche le piccole e medie imprese iniziano ad affacciarsi al mondo del welfare.Secondo il rapporto Welfare Index Pmi 2017 (l'iniziativa promossa da Generali Italia con la partecipazione di Confindustria,Confagricoltura,Confartigianato,Confprofessioni ed esperti dell'industria e del mondo accademico), il numero di pmi che ha introdotto politiche di welfare nel giro di un anno è praticamente raddoppiato passando dal 9,8 al 18,3% evidenziando una correlazione fra dimensioni aziendali e azioni di welfare: i tassi di iniziativa passano dal 23,7% nelle realtà con meno di 10 dipendenti al 72,4% di quelle che ne hanno fra i 101 e i 250.
Secondo l'Osservatorio Mbs Consulting nel 2016 la spesa complessiva in welfare è stata di 666,6 miliardi di euro e le famiglie hanno contribuito per 109,3 miliardi (16,4% del totale,pari al 6,5% del Pil nazionale).Cifre importanti che diventerebbero ancora piu rilevanti  se a queste si aggiungesse la quota parte della domanda non soddisfatta  a causa della crisi economica.
"Il welfare costituisce un settore di grande peso economico su cui varrebbe la pena di investire sia sull'ovvio fronte della sicurezza sociale sia su quello del business,commenta Andrea Rapaccini partner Mbs Consulting .Dati alla mano questa categoria vale due volte quanto gli italiani spendono per vestirsi ,tre per il turismo e corrisponde  al 70% della spesa alimentare"'

LUISA ADANI (Corriere Economia del 27 novembre 2017).

Nessun commento:

Posta un commento