Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 19 gennaio 2018

JOSEPH STIGLITZ:"La riforma fiscale di Trump è un disastro"



Nessuna fiscale aveva ricevuto tanta disapprovazione come quella approvata dal congresso statunitense e firmata da Donald Trump prima di Natale.I repubblicani che hanno votato a favore della riforma (nessun democratico l'ha fatto) sostengono che la scelta sarà apprezzata in futuro ,quando aumenterà la retribuzione netta dei cittadini statunitensi.Hanno torto.Questa legge mette in un unico pacchetto tutto quello che c'è di sbagliato nel Partito repubblicano e,in un certo senso,dimostra la democrazia statunitense.Non la si può neanche definire una riforma fiscale.La legge dovrebbe chiudere le scappatoie che favoriscono l'elusione e aumentare l'equità del sistema fiscale.Essere in grado di pagare è fondamentale per l'equità.Ma la riforma riduce le tasse a chi può pagarle piu facilmente (il 20% della popolazione).E quando sarà pienamente in vigore,nel 2027,farà aumentare le tasse per una maggioranza degli statunitensi della fascia  media (tutti gli altri,a parte i piu poveri).
Il sistema fiscale statunitense era già regressivo prima di Trump.È noto che una volta l' investitore miliardario Warren Buffett si lamento' perché pagava in proporzione meno tasse della sua segreteria.La nuova legge rende il sistema fiscale  ancora piu regressivo.L'aumento delle disuguaglianze è un problema fondamentale per gli Stati Uniti,dove i ricchi hanno beneficiato di quasi tutti gli aumenti del prodotto interno lordo negli ultimi quarant'anni.La legge aggiunge al danno la beffa:invece  d'invertire questa tendenza,arricchisce i cittadini piu ricchi.
JOSEPH STIGLITZ:"La riforma fiscale di Trump è un disastro"

È difficile che questa riforma incoraggi la crescita  economica,per varie ragioni.La prima è che l'economia è già a un livello di piena occupazione,o quasi.Se la banca centrale degli Stati Uniti lo riterrà opportuno, aumenterà i tassi d'interesse ai primi segni di un aumento della domanda di beni e servizi.E i tassi d'interesse piu alti significano che gli investimenti,e quindi la crescita,rallenteranno.Inoltre spremere gli stati democratici come la California e New York non allarga solo il divario politico nel paese,è anche cattiva economia.Nessun governo intelligente indebolirebbe le sue ragioni piu dinamiche ,eppure è proprio quello che sta facendo l'amministratore Trump.Gli sgravi fiscali per il settore immobiliare aiuteranno il presidente e sue genero Jared Kushner,ma non renderanno gli Stati Uniti competitivi.E limitare la deducibilita'  delle tasse statali sul reddito e sulla proprietà ridurrà gli investimenti nell'istruzione e nelle infrastrutture.Il deficit fiscale aumenterà,bisogna solo capire di quanto.Secondo me sarà molto piu alto delle attuali stime di mille o di 1.500 miliardi di dollari.Con l'aumento del deficit fiscale,crescerà pure quello commerciale,anche se Trump deciderà di fare politiche protezioniste.Un calo delle esportazioni e un aumento delle importazioni  indeboliranno il settore industriale.Trump ha tradito ancora una volta lo zoccolo duro dei suoi sostenitori.
La riforma di Trump dimostra anche che,nella scala di valori di molti repubblicani,i dollari sono piu importanti degli elettori.L'unica cosa che conta è fare felici le grandi aziende che li finanziano ,e che premieranno il partito con grandi donazioni,da usare per comprare voti e tenere in piedi un programma politico che fa contente le multinazionali.

Nessun commento:

Posta un commento