Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 9 marzo 2018

STAMPA ESTERA.Troppo costoso il promettente programma del Movimento 5 Stelle



La stampa estera è ben diversa da quella parrocchiana e patetica italiana.

Luigi Di Maio,leader del Movimento 5 Stelle, ha cambiato idea in maniera radicale: dal movimento anti-establishment  a forza riformista.Green economy, più spesa pubblica e meno privatizzazioni.Aumento della spesa nel settore sanitario,energie rinnovabili e miglioramento del settore dei trasporti finanziati in parte dagli Eurobond.
Secondo un'analisi di una importante università di Milano, le promesse elettorali fatte dal M5S costano di piuù di tutte quelle degli altri partiti messi insieme.Il costo dichiarato dal Movimento 5 stelle per l'attuazione del programma non è credibile.I "Grillini" propongono un reddito di cittadinanza minimo di 870 euro, che porterebbe ad un costo complessivo di 15 miliardi di euro all'anno.In realtà secondo gli esperti il reddito di cittadinanza ci costerebbe 30 miliardi all'anno.
E non è finita: la riforma delle pensioni ci costerebbe 15 miliardi di euro all'anno e non 11 come dicono loro e la prevista riforma dell'imposta sul reddito non ridurrà le entrate di 4 miliardi ma di 16 miliardi di euro.Il programma completo del Movimento 5 Stelle costa 108 miliardi di euro.

Per il Movimento 5 Stelle,la politica sull'occupazione,in particolare contro la disoccupazione giovanile, è uno dei punti piu importanti del loro programma.Dipenderà molto con chi cercherà l'alleanza.Con il centrosinistra potrebbe calmare i mercati finanziari in quanto abbandonerebbe definitivamente l'idea dell'uscita dall'euro.Con il centrodestra invece farebbero parecchio arrabbiare gli elettori visto quello che avevano promesso in campagna elettorale.

Nessun commento:

Posta un commento