Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 18 aprile 2018

Il cambiamento del programma degli Esteri.ATLANTISTI A 5 STELLE!



Questo è quello che si merita chi è andato a votare,sperando nel cambiamento e dando del pazzo a tutti coloro che gli ricordano che la politica la fanno i mercati finanziari e non i politici.

IL PROGRAMMA APPARSO SULLA RETE DOVE IL M5S FACEVA CREDERE AI SUOI ELETTORI DI CONTARE QUALCOSA

-Il caos che regna in Libia dimostra,senza nessuna possibilità di smentita che l'unilateralismo dell'intervento umanitario è definitivamente fallito.La politica internazionale degli ultimi anni è stata caratterizzata dalla teoria della "esportazione della democrazia" varata nel 1989,subito

- Iraq ,Somalia ,ex Jugoslavia,Afghanistan,Iraq bis,Libia ,Ucraina ,Siria.L'elenco dei  Paesi distrutti dall'unilateralismo occidentale potrebbe essere molto piu lungo.Le guerre di conquista dell'ultimo periodo hanno portato il mondo ad un passo dall'Apocalisse

-Vita alla NATO portandoci ad una discordanza tra l'interesse della sicurezza nazionale italiana  con le strategie messe in atto dalla NATO.

-I nostri governi hanno distrutto intere popolazioni ,come quella siriana,seguendo l'interventismo occidentale della NATO ,cui l'Italia ha colpevolmente prestato il fianco rompendo le relazioni diplomatiche con Damasco.

IL PROGRAMMA CORRETTO DAL "GRANDE CAPO" Luigi Di Maio

-La politica estera del Movimento 5 Stelle si basa sul rispetto dell'autodeterminazione dei popoli  ,la sovranità,l'integrità territoriale e sul principio di non ingerenza negli affari interni dei singoli Paesi.

- Il Movimento 5 Stelle riconosce il diritto alla pace,inteso come diritto irrinunciabile e inalienabile di tutti i popoli della Terra.Per questo,si opporrà ad ogni intervento armato ovunque si vogliano ripercorrere gli errori del passato,fatta eccezione per le truppe di mera interposizione pacifica.

-Il M5S sostiene l'adeguamento dell'Alleanza Atlantica (NATO) al nuovo contesto multilaterale ,contemplando un inquadramento della sue attività in un'ottica esclusivamente  difensiva.

-Ha a che fare con un sistema di governo a dir poco inadeguato agli standart universali ,che genera ingiustizia sociale,corruzione e violenza:il regime politico dittatoriale ha dominato e continua a dominare gran parte del mondo arabo.

Da LA REPUBBLICA del 18 aprile 2018.Articolo di Matteo Pucciarelli.
Prende spunto da un articolo sul FOGLIO del 17 articolo scritto da Luciano Capone


Nessun commento:

Posta un commento