Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 16 maggio 2018

LA STAMPA ESTERA.Il contratto Lega-5 stelle comincia a preoccupare seriamente la Ue




Le previsioni più allarmiste all'interno dell'Unione europea cominciano ad assumere grandi dimensioni. La prima bozza dell'accordo governativo tra Lega e Movimento 5 stelle  è trapelata stasera e contiene, nero su bianco, elementi inquietanti per Bruxelles, che è stato all'erta per l'alleanza italiana anti-establishment . Tra questi, la creazione di un meccanismo per uscire dalla moneta unica, se necessario, allo scopo di ricevere una sorta di cancellazione del debito italiano da parte della BCE e la progettazione di un organismo parallelo al Consiglio dei ministri di prendere decisioni politiche senza passare attraverso i canali normali. Entrambe le parti hanno indicato che il documento è vecchio. Tuttavia, ha solo due giorni.
L'idea dei populisti sembra semplice: la BCE dovrebbe semplicemente cancellare alcuni di questi titoli statali, nessuno farebbe  male. Ma le cose non sono così semplici. Una riduzione del debito di 250 miliardi di euro è solo dieci punti percentuali dell'attuale rapporto debito pubblico. Anche dopo, sarebbe ancora il 120%, 30 punti percentuali in più rispetto a quello che gli esperti considerano ancora sostenibile, e il doppio rispetto al Trattato di Maastricht.
Il Movimento 5 stelle e la Lega si sono arenate con il primo ministro e hanno chiesto tempo.
Una bozza dell'accordo italiano prevede un meccanismo per uscire dall'euro e la fine delle sanzioni sulla
L' Huffington Post ha pubblicato in esclusiva la bozza del documento, che ha 39 pagine e diverse bombe a orologeria per le future relazioni tra l'Italia e l'UE. Tra l'altro, la futura coalizione mostra la sua vicinanza alla Russia - come aveva già fatto in molte occasioni - e chiede il ritiro delle sanzioni commerciali contro il paese presieduto da Vladimir Putin . "L'apertura alla Russia non è percepita come una minaccia, ma come un partner economico e commerciale". L'obiettivo, dice questo progetto, è "il ritiro immediato delle sanzioni imposte alla Russia" e l'immediata riabilitazione di Mosca "come interlocutore strategico" in aree come la Siria, la Libia e lo Yemen.


Nessun commento:

Posta un commento